Show di moda orientale Paris Haute Couture 2019 Ritz Paris – Panoramica

Il 30 giugno si è svolta a Parigi la 30esima edizione dell’Oriental Fashion Show, patrocinata quest’anno da Bariza Khiari, già Vicepresidente del Senato e attualmente rappresentante personale del Presidente della Repubblica nel Consiglio di fondazione di ALIPH (International Alliance for the Rehabilitation of Heritage in Conflict Areas). Bariza Khiari è coinvolta insieme a Hind Joudar, fondatore dell’Associazione “Via della Seta e Al Andalus”, perché i loro progetti sono intrecciati e condividono lo stesso obiettivo: preservare il patrimonio culturale dell’umanità e proteggere e salvaguardare il patrimonio culturale orientale in tutto il mondo. L’Oriental Fashion Show Paris è un evento magico e imperdibile che riunisce ogni anno stilisti di talento provenienti da tutto il mondo. Nella prestigiosa sala Vendôme dell’hotel Ritz Paris sono stati fusi due mondi: Est e Ovest. Questo colorato evento è un vero e proprio luogo di scambio e di incontro tra il know-how francese e quello orientale.

[shortcode-variable slug=”adsense”]

Slava Zaïtsev – Russia

Vyacheslav Mikhailovich Zaitsev è uno stilista di moda russo dai molteplici talenti. Prima di essere designer, è un artista, autore, grafico, grafico, costumista teatrale….. Slava Zaïtsev è anche vincitore del Premio di Stato della Federazione Russa. Ha fondato la sua casa di moda nel 1982 e per 40 anni, questo artista completo che si ispira all’arte, alla storia e alla natura che lo circonda, promuove nella sua opera la moda russa sulla scena internazionale e l’importanza degli artisti russi all’interno dei confini nazionali. Conosciuto oggi come il “Red Dior”, è diventato il leader della moda russa e partecipa a numerosi eventi di moda in tutto il mondo.

 alt=

 alt=

 alt=

Zardozi di Constella – Kazakistan

Zadorzi by Constella è un marchio giovane (creato nel 2017) che ha lo scopo di svelare e modernizzare un ricamo ancestrale dall’Asia centrale e dal persiano. Questo marchio combina queste due temporalità attraverso pezzi che possono essere indossati in modo elegante e più casual. Ognuno di questi pezzi è fatto a mano e quindi unico nel suo genere. Questo marchio del Kazakistan ha già partecipato a molte sfilate di moda in tutta Europa (Francia, Italia) ma anche a Mosca e Dubai.

Fouad Guerfi – Algeria

Originario dell’Algeria orientale, Fouad Guerfi, fin dalla più giovane età è appassionato del mondo della moda. Dopo un primo apprendimento nella sua città natale, Batna, ereditiera del sapere artigianale, lo stilista ha studiato a Parigi presso la scuola ESMODE. Infine, nel 1990 decide di creare la sua casa di moda. Solo tre anni dopo, la sua prima fuga fu un grande successo. Questo successo lo porterà a Parigi, Washington….. Oggi Fouad Guerfi continua a creare nuovi progetti e ad affascinarci da Batna e Alger.

 alt=

 alt=

 alt=

Arnunaz di Nazym Karpykova – Kazakistan

Questo marchio, nato in Kazakistan, con sede in Almanty, oggi conosciuto oltre i suoi confini, rappresenta l’opera di Nazym Karpykova. Questa stilista ha uno stile unico che unisce eleganza e sensualità e tecniche di ri-impostazione, pattern legati alla propria storia. Nazym Karpykova desidera attraverso la moda e attraverso le sue creazioni pionieristiche, che mescolando materiali, colori e stili diversi, introducono la sua visione della donna. Oggi, oltre al fatto che il marchio attira molteplici creatori dalla scena internazionale, partecipa a numerosi eventi di moda in tutto il mondo e conosce sempre più successo.
 alt=

 alt=

 alt=

Yasmina – Algeria

La stilista algerina ha iniziato la sua carriera di stilista algerina all’interno della casa di moda francese Jascques Esterel, dove sarà promossa come stilista e modella. Sviluppando il mondo della moda parigina, contribuisce anche ad arricchire quello della moda algerina. Così, è la prima donna che ha internazionalizzato l’autentica moda algerina. Attraverso le sue creazioni innovative, che sfilano ogni anno in Europa, Maghreb e nel resto del mondo, Yasmina Chellali vuole esprimere la libertà delle donne. Oggi è diventata un riferimento indiscusso nella moda del mondo arabo.


 alt=

Maleone – Azerbaigian

Questo marchio creato un anno fa (gennaio 2018) rappresenta il lavoro di due giovani e talentuosi stilisti Khadija Jamal et Nuray Jamal provenienti dall’Azerbaijan. Maleone, che in inglese significa Magnolia è l’immagine del marchio. Questo fiore noto anche come “il fiore della leggenda”, che ha ispirato e ispira diversi artisti e poeti, simboleggia l’insolita bellezza e la queerness. Questo simbolo è in linea con la creatività di questi due designer che attraverso le loro creazioni vogliono unire l’eleganza, la raffinatezza e la bellezza della natura.

 alt=

 alt=

 alt=

Amina Lahbabi Trad Art Tailor – Marocco

Questa famiglia marocchina è il lavoro di una madre e di sua figlia. Amina Lahbabi è cresciuta a Fes e poi a Casablanca dove è diventata medico e madre di tre figli. Fin dalla più tenera età, sotto l’influenza di sua madre che era una sarta, ha personalizzato i suoi abiti con ricami o perle che le conferiscono una dimensione tradizionale. Ancora oggi crea per la sua famiglia e i suoi amici abiti tradizionali. Sono suo marito e sua figlia, Soukaïna Bouanani, Community manager, che la incoraggiano a creare il proprio marchio di Couture di abiti tradizionali marocchini modernizzati e rivisitati.

Moda sostenibile Lo Neel Paris – Francia

Ispirate dalla famosa avventuriera Alexandra David-Néel, le due fondatrici di Lo Neel, Frédérique Muller e Loane Cognard hanno intrapreso l’avventura di creare nel 2018 una casa di moda ecologicamente responsabile e vegana che corrisponde ai loro valori. Questo marchio etico si ispira all’ancestrale artigianato indiano, innovando con materiali riciclati e vegetali e talvolta insoliti come la pelle di ananas o la fibra di eucalipto o la fibra di banana. Questo marchio che è nello spirito del tempo ci sorprende per il taglio e i materiali dei suoi pezzi e per i dettagli colorati e indiani.

 alt=

 alt=

Kengora – Francia, Mongolia

Questo marchio francese contemporaneo ed etico del lusso è il frutto dell’amicizia tra due designer di talento che si completano e si assomigliano a vicenda. Le due donne, provenienti dal Marocco e dalla Mongolia, hanno studiato il mondo della moda in Francia e hanno sviluppato una devozione per la cultura francese. Così, Kengora è il risultato di un grande melting pot culturale che può essere visto attraverso lo stile e il taglio dei loro abiti. Le due donne vogliono legare insieme modernità e minimalismo con tecniche e materiali nobili del loro rispettivo patrimonio. Infine, queste due artiste, entrambe cresciute in società patriarcali, sono impegnate a difendere il posto della donna nella società. Le loro collezioni sono esclusivamente femminili e le due stiliste vogliono valorizzare le donne attraverso pezzi forti.

 alt=

 alt=

Hany El Behairy – Egitto

Quello che abbiamo chiamato il faraone della moda egiziana, Hany el Behairy non ha bisogno di presentazioni. Per più di vent’anni ha saputo conquistare il mondo della moda internazionale con le sue creazioni di raffinati abiti di alta moda che conservano un’ispirazione orientale. Dopo il suo fenomenale successo, condivide oggi il suo podio durante gli eventi di moda al fianco delle più lussuose e famose case di moda come Valentino, Chanel o Escada. Diventa un’icona della Couture del mondo arabo, paragonabile a Zuhair Murad o Elie Saab, che ha vestito personaggi egiziani famosi.

 alt=

 alt=

+

+ NEW: ZAMIRAA new selection w/ Armani, Dior, Cartier & Co.

+ AD: Do you know?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento