Guida turistica di Kobe: visite turistiche, settimana della moda e stile di vita a Kansai

Kobe è la sesta città più grande del Giappone. Si trova a nord della baia di Osaka e un totale di circa 30 km a ovest di Osaka stessa. Con una popolazione di 1,5 milioni di abitanti e come parte dell’area metropolitana di Keihanshin, Kobe è una delle città più importanti della regione del Kansai. L’aspetto della città è cambiato considerevolmente a causa del grave terremoto del 1995, ma Kobe non ha perso il suo carattere e continua a incantare con la sua sorprendente versatilità e la fusione di vecchio e nuovo, tradizione e progresso, edifici prefabbricati e spazi verdi, come il Sorakuen Garden o lo Zuihoji Park, così tipici di tutte le grandi città del Giappone. Per saperne di più sulle metropoli giapponesi, Tokyo e Kyoto, leggi qui.

Overview hide

Ad altezze vertiginose sopra Kobe

Costruito vicino all’acqua

La città di Kobe è lunga e stretta, a causa della sua posizione tra la costa e le montagne. Come ovunque in Giappone, la mancanza di terra utilizzabile si fa sentire anche a Kobe – tuttavia, grazie alla sua vicinanza alla costa e al mare, i giapponesi sono riusciti a costruire due isole artificiali tra Kobe e Osaka per espandere l’impronta del Japan Island Complex, ovvero Port Island e Rokkō Island.

Senza neve per tutto l’inverno

Il clima di Kobe è caratterizzato da estati calde e inverni freschi. Con una temperatura media annuale di 15-20 gradi, è facile vivere qui tutto l’anno. La fase più calda è in agosto con fino a 32 gradi Celsius all’esterno – in inverno, le temperature raramente scendono sotto 0 gradi, quindi non nevica quasi mai a Kobe.

Melting Pot Kobe: popolare a livello internazionale

Per inciso, la popolazione della città è divisa circa il 13% tra le persone sotto i 14 anni, il 67% tra le persone fino a 64 anni, e il 20% tra gli anziani oltre i 65. Con circa 44.000 non giapponesi registrati, Kobe ha una popolazione molto internazionale, le nazionalità straniere più comuni sono la Corea del Sud e la Cina, e con un ampio margine il Vietnam e l’America.

Le nove facce di Kobe – tutti i quartieri in un colpo d’occhio

Internazionalmente ME: Angela con oltre 15 destinazioni in un solo giorno!

Nishi – pesce fresco di Akashi

Nishi è il quartiere più occidentale di Kobe e anche il più popoloso della città con quasi 250.000 residenti. Nishi confina con la città di Akashi, nota per il suo pesce fresco – per inciso, il tempio Gessho-ji si trova sul 135° meridiano a est di Greenwitch, che determina il tempo standard giapponese JST. Questo è il motivo per cui il JST è chiamato semplicemente ora di Akashi in Giappone.

Centro diurno – Paradiso della natura sul monte Rokko

Grazie alla sua struttura montuosa, Kita è la zona più adatta di Kobe per le escursioni. Le due montagne Rokkō e Maya invitano a lunghe passeggiate – il giardino alpino di Rokkō, per esempio, offre un’impressionante varietà di colori e di piante, soprattutto in autunno, ed è la destinazione perfetta per una gita di un giorno nella natura. Se cercate il relax, l’Arima Onsen è un posto eccellente dove andare. La sorgente calda è un consiglio da insider assoluto ed è ben protetta dietro il monte Rokkō. Per inciso, è una delle sorgenti più antiche di tutte ed è menzionata più volte in testi storici del VIII secolo. A proposito: il Rokkō sovrasta tutta la città con i suoi orgogliosi 931 metri!

Arima Onsen – sorgente calda, pediluvio e mouchi con tè allan

Tarumi – attraverso il ponte verso Awajji

L’area intorno a Tarumi non faceva originariamente parte della città e fu incorporata solo nel 1946. Tarumi è principalmente una zona puramente residenziale e offre poche attrazioni per i turisti. Tuttavia, il ponte Akashi Kaikyō, che collega l’isola principale di Honshū con il sud di Awaji su Awajishima via Tarumi, merita una visita. Con una campata di 1.991 metri, è il ponte sospeso più lungo del mondo – la sua lunghezza reale è addirittura di 3.911 metri!

Il ponte sospeso più lungo del mondo – il coronamento della costruzione di ponti

Suma – Estate, sole, spiaggia e altro!

Questo quartiere si estende lungo la costa e la baia di Osaka nella parte occidentale della città. Un tempo un quartiere da libro illustrato con belle casette di legno, Suma non è più lo stesso dopo il forte terremoto di Kobe alla fine degli anni ’90. Tuttavia, la famosa zona della spiaggia nel parco Suma Kaihin Kōen continua a deliziare numerosi visitatori durante tutto l’anno, ma soprattutto durante i mesi estivi, naturalmente, e li invita a fare lunghe passeggiate e a godersi le feste sulla spiaggia.

Nagata – le migliori scarpe di tutto il Giappone

In termini di numeri, Nagata ha la popolazione più piccola rispetto agli altri otto distretti ed è anche il distretto più piccolo della città. Ciononostante, ha la più alta densità di popolazione con poco meno di 9.000 abitanti per km² – una gran parte della gente qui appartiene alla sezione a più basso reddito di Kobe. Nagata è nota per la sua produzione di scarpe ed è ancora leader in tutto il Giappone. Anche il Santuario Nagata, uno dei più grandi santuari della città, è degno di nota.

Hyōgo – segnato dal tempo

Hyōgo è il cuore storico della città ed è passato con vari nomi nel corso della storia. Una volta era il cuore economico di Kobe, ma dopo i gravi danni subiti dalla zona durante la seconda guerra mondiale, Hyōgo non si è mai ripresa completamente. Nel 2004, il distretto è stato ulteriormente colpito da devastanti inondazioni. Oggi, la gente vive qui con una densità di popolazione di 655 abitanti per km² – una povera imitazione del passato.

Chūō – da Motomachi a Harborland e Chinatown

Oggi il centro degli affari e del divertimento della città è chiaramente Chūō – il centro di Sannomiya, il quartiere degli uffici e degli affari di Motomachi e il popolare quartiere commerciale Harborland sono la chiave del carattere della zona. Anche le isole artificiali di Port Island e l’aeroporto di Kobe fanno parte di Chūō. Ninkanmachi, la Chinatown di Kobe, è, insieme a Nagasaki e Yokohama, una delle conurbazioni più importanti per i residenti di origine cinese in Giappone – tra i cinesi, il termine “Tangren Jie” è preferito a causa dell’uso storicamente negativo della parola.

Harborland Tour: Tigri nel quartiere dello shopping di Kobe

Nada – università, zoo e produzione di sake

Nada ospita lo zoo di Oji e lo stadio di Oji, così come l’università di Kobe. Insieme al vicino distretto di Higashinada, Nada è conosciuta soprattutto per il suo sake. Se si aggiunge il tasso di produzione annuale di vino di riso con quello di Fushimi a Kyoto, si ottiene qui ben il 45% della produzione totale di sake del paese!

Higashinada – festeggiare a Kobe per la festa dei carri

Il quartiere di Higashinada si trova nella parte orientale della città. Gran parte dell’area è costituita dall’isola artificiale di Rokkō, che è stata completata nei primi anni 1990. L’Università Kōnan e l’Accademia Canadese, un’università internazionale, si trovano a Higashinada, così come numerosi musei, non ultima ovviamente la Galleria Hakutsuru, che prende il nome dal grande produttore di sake Hakutsuru. Il giardino delle prugne di Okamoto fa battere il cuore dei botanici e tutta la città si riunisce per celebrare il Danjiri Matsuri a maggio.

Centro economico di Kobe – Boom della città

Economicamente, Kobe è un importante centro dell’isola principale del Giappone, Honshu. Grandi e note aziende come la UCC hanno la loro sede a Kobe, ma anche varie aziende del gruppo Kawasaki e del gruppo Mitsubishi si trovano qui. Alcune aziende giapponesi si sono trasferite a Tokyo nel corso degli anni, ma per le aziende internazionali la città non ha perso il suo fascino e così molte aziende di successo come il gigante farmaceutico Eli Lilly & Company, l’azienda di beni di consumo Procter & Gamble, Boehringer Ingelheim – la più grande azienda farmaceutica basata sulla ricerca in Germania – e l’azienda alimentare svizzera Nestlé possono essere trovate qui.

Lavoro di squadra con partner e città gemelle in tutto il mondo

Oltre al gemellaggio ufficiale con Tianjin in Cina, Philadelphia, USA, e Daegu in Corea del Sud, oltre a numerose città sorelle, il porto di Kobe è gemellato con i porti di Rotterdam, Olanda, e Seattle, USA.

Ricerca a Kobe: tecnologia di fascia alta e supercomputer

Inoltre, molti istituti di ricerca sono presenti a Kobe, soprattutto il RIKEN Kobe Institute Center for Development Biology and Medical Imaging Ttechniques. Un esempio del lavoro al RIKEN – abbreviazione di “Rikagaku Kenkyūjo”, che significa Istituto di Fisica e Chimica – è il computer K, che RIKEN ha progettato insieme a Fijutsu. Con una potenza di calcolo di 10,51 petaflop, il computer K ha ottenuto il primo posto tra i sistemi informatici più veloci del mondo nel 2011!

La genesi del K-Computer dal 2006 al 2012

Attrazioni e cultura: carne di lusso, golf e Kobe Fashion Week

Oltre al vino di riso, anche il famoso Kobe Beef è originario di Kobe e prende il nome dal bestiame della razza giapponese Tajima della regione intorno a Kobe. È la carne di manzo più costosa del mondo. La carne colpisce per la sua forte marmorizzazione e la bassa percentuale di acidi grassi saturi. I prezzi di mercato vanno da 400,00 euro a 600,00 euro al chilogrammo – a proposito, l’importazione UE di manzo Kobe è possibile solo dall’estate 2014!

Guida gastronomica di Kobe: dall’Akashiyaki al manzo di Kobe con Lyz Kelly

https://www.youtube.com/watch?v=FG8zC7hPahE

Dal jazz al wrestling e al futsal – Musica e sport a Kobe

Ogni anno in ottobre si svolge l’evento musicale “Kobe Jazz Street”, ma la città vicino a Osaka ha molto da offrire non solo culturalmente. Kobe ospita la prima moschea del Giappone, inaugurata nel 1935, così come il primo club di golf del paese, fondato in Giappone all’inizio del XX secolo. In generale, lo sport è molto importante a Kobe – ha una ricca tradizione negli sport di baseball, calcio, rugby, pallavolo e lotta, così come il futsal, una variante del calcio indoor riconosciuta a livello internazionale dall’associazione mondiale di calcio FIFA, in cui i cambi di volo sono possibili nella propria area e la palla non può essere controllata per più di quattro secondi a riposo.

Centro della moda di Kobe: settimana della moda di Kobe

C’è un detto a Kobe: “Se non puoi andare a Parigi, vai a Kobe”, perché il cosmopolitismo e la moda sono particolarmente importanti qui. Due volte all’anno, la settimana della moda di Kobe si tiene qui e si riuniscono i più importanti designer del paese e numerosi ospiti internazionali. La Kobe Collection è stata lanciata nel 2002 ed è stata anche una delle sfilate più importanti della regione fino a quando non è stata interrotta nel 2007. A proposito, il museo della moda di Kobe è stato nominato uno dei 10 migliori al mondo dalla CNN!

CSE TV News: Intervista con il dio della moda Keitaro Takada

https://www.youtube.com/watch?v=WwHBbZil-Xg

Impressioni: Collezione Kobe x Tokyo Girls

Per saperne di più sul Giappone: consigli di viaggio per vacanze o fine settimana

Kobe non è l’unica bella città del Giappone, naturalmente. La terra del Sol Levante ha molte altre città eccitanti, colorate e alla moda, che offrono panorami ed eventi indimenticabili. Naturalmente, abbiamo già compilato più informazioni sul Giappone per voi: