La blogger Chiara sulle sue esperienze di viaggio, i must della moda e il suo lavoro di blogger!

La giovane Chiara di Berlino aveva già un blog di moda con sua sorella prima del suo attuale blog “culturewithcoco”. Il suo attuale blog si concentra sulle sue idee di outfit personali, le ultime tendenze della moda, i suoi viaggi e gli argomenti di lifestyle. Ha risposto alle mie domande sui suoi viaggi, il suo lavoro e il suo stile.

Intervista a CultureCoco

FIV: Chiara, ti stai lentamente avvicinando a 1 milione di iscritti su Instagram. Hai molto successo con il tuo blog “culturewithcoco” dove carichi regolarmente post su moda, lifestyle e viaggi. Come affronta l’attenzione dei suoi lettori? Vuoi trasmettere loro certi valori?

Chiara: È un numero pazzesco e i social media sono qualcosa di molto speciale. Sembra molto eccitante poter dire che la mia comunità raggiungerà presto un milione di seguaci e cerco di immaginare il più spesso possibile che così tante persone siano interessate alla mia vita. L’attenzione dei lettori e dei seguaci è semplicemente molto lusinghiera. Ricevo così tanti messaggi ogni giorno su quanto ispiro gli altri e cerco di rispondere a tutte le domande il più spesso possibile e di essere il più aperto possibile.

Trovo davvero che il rapporto con i miei seguaci sia quasi come un buon amico. Condivido consigli e trucchi di moda, mostro nuove creme che ho scoperto e parlo dei miei viaggi. Ma non sono nemmeno perfetta e mi piace sentire il feedback dei miei seguaci su cosa posso fare meglio. Questo crea una buona comunità che si aiuta a vicenda. Quello che ho imparato nel corso degli anni è che molte persone apprezzano la persona dietro l’account anonimo. Essere distaccati non è l’obiettivo.

“Quello che ho imparato nel corso degli anni è che molte persone apprezzano come sei come persona dietro l’account anonimo – caldo, con i piedi per terra e positivo”.

FIV | Magazine

New Issue! #26 with San Diego Pooth - Newcomer now in Tampa / USA FIV Magazine: All Covers

FIV: I tuoi lettori conoscono molto bene il tuo lato pubblico, ma non sanno come sei in privato. Che tipo di persona sei dietro tutto il trambusto e i post quotidiani e come ti descriverebbero i tuoi amici?

Chiara: Quello che pochi sanno è che sono più un’osservatrice tranquilla e introversa. All’epoca facevo foto con l’autoscatto nel mio appartamento e bazzicavo molto su internet. Oggi, vado a molti eventi e incontro nuove persone interessanti. La mia vita professionale mi ha in un certo senso costretto a diventare più sociale e ne sono grato. I miei amici mi descriverebbero come calorosa, con i piedi per terra e positiva.

C’è molto lavoro dietro l’immagine perfetta di un blogger

FIV: La vita di un blogger sembra sempre perfetta al mondo esterno. Le foto sono posizionate perfettamente, indossi sempre i vestiti perfetti per ogni situazione e viaggi sempre nei posti più cool. Siate onesti, tutto questo è appagante per voi o essere felici significa qualcos’altro per voi? Molte giovani ragazze vorrebbero avere una vita come la sua. Che consiglio darebbe loro per iniziare la loro carriera di blogger?

Chiara: La felicità non è certo definita dall’immagine perfetta (dietro la quale c’è sempre molto lavoro). Ma ci sono certamente cose più importanti nella vita. Essere in salute, avere amici e famiglia – queste sono le forze trainanti che sono molto importanti. Ciò che è importante sapere è che come principiante è molto raro che tu abbia la possibilità di monetizzare immediatamente il tuo blog/raggiungimento. Ho costruito il mio blog in 2 o 3 anni allora. Ho dovuto investire i miei primi soldi nel mio blog per recuperare qualcosa anni dopo. Ci sono anche argomenti noiosi come SEO, ottimizzazione dei motori di ricerca e hosting e domini. Devi affrontare anche questo.

Il lavoro di un blogger/influencer non è noto a tutti, anche nel 2017. Non tutti sanno esattamente quanto lavoro c’è dietro questo lavoro e cosa facciamo esattamente. È un lavoro a tempo pieno. La nostra vita è molto orientata al lavoro in termini di tempo. È molto difficile trovare una restrizione on/off perché lavoro davvero fino a tarda sera. Se trovi in te questa attitudine professionale al lavoro, hai le migliori possibilità di avere successo. Diligenza, aspetto professionale e naturalmente un po’ di fortuna sono i fattori principali.

“Il tempo è davvero abbastanza cupo, quindi per favore indossa qualcosa di più leggero!”

FIV: Sul tuo blog c’è una categoria chiamata “Moda”. Anche questo è diviso in quattro grandi categorie: Primavera, estate, autunno e inverno. Così hai le ispirazioni perfette per i tuoi lettori per ogni stagione e sai esattamente quali tendenze sono attuali e come possono essere combinate. Diteci, avete i vostri preferiti in fatto di moda? Ci sono dei pezzi che non dovrebbero mancare nel tuo guardaroba, soprattutto in inverno? Quando ti viene spontaneo pensare a un perfetto outfit invernale, come ti sembra e da quali elementi è composto?

Chiara: Beh, devo ammettere che l’autunno e l’inverno sono le mie stagioni preferite! In autunno e in inverno ho sicuramente i miei it-pieces senza i quali non potrei sopravvivere. Un punto importante è che cerco di evitare i colori scuri il più spesso possibile. Il tempo è davvero abbastanza cupo, quindi per favore indossate qualcosa di più leggero!

Il primo pezzo di cui tutti hanno bisogno è un buon cappotto di lana. Ho trovato il mio cappotto di lana perfetto in una piccola boutique. È beige, aderente e scende fino alle ginocchia. Aggiungete degli stivali sopra il ginocchio ben aderenti e il look è perfetto. Sotto si può indossare un vestito da maglione con collant o un maglione con i jeans. I guanti intelligenti sono anche un must-have per la stagione fredda.

FIV: Lei è certamente un professionista quando si tratta di bellezza. Lei ha certamente qualche consiglio da insider per noi nel campo della bellezza e della cura. Senza quali elementi essenziali di bellezza non riusciresti a sopravvivere all’inverno?

Chiara: In inverno, la mia pelle è molto secca. Quindi devo mettere la crema sulla mia pelle almeno due volte al giorno. Uso molti prodotti di Asam Beauty o Kiehls. Un buon consiglio che ho imparato nel corso degli anni è quello di mescolare sempre il fondotinta con la mia crema idratante preferita. Poiché mi prendo anche molta cura dei miei capelli, uso i prodotti Living Proof. Aiutano a mantenere i capelli belli anche quando sono umidi.

“Le tendenze si ripetono costantemente, quindi devo dire che non si può sbagliare molto di questi tempi.

FIV: Come blogger, vedi sempre stili diversi e non sempre ti piacciono. Pensi di poter indossare tutto nel 2017 e combinare tutti gli stili / colori / modelli o ci sono alcuni no-go per te?

Chiara: Le tendenze si ripetono costantemente, quindi devo dire che non si può sbagliare molto di questi tempi. Non credo che ogni tendenza sia fatta per ogni persona. A una certa età, sai cosa ti sta bene e cosa no. Quindi mi baserei sempre su quello. Devo dire che per me, una delle tendenze del 2017 che era un no-go assoluto erano i jeans con buchi esageratamente grandi. Se la tua coscia e la parte inferiore della gamba erano chiaramente visibili sotto, sembrava strano.

FIV: Con 820.000 abbonati, sei un blogger internazionale di grande successo. Il suo successo è arrivato da un giorno all’altro o è stato più un processo continuo?

Chiara: Quello che molte persone non sanno è che prima di Culture With Coco avevo un blog di moda chiamato fashionpaparazzis.com. L’ho creato nel 2010 quando il tema dei blogger/influencer non era ancora conosciuto. Poi ho iniziato il mio progetto con culturewithcoco.com. Il successo non è sicuramente arrivato da un giorno all’altro, ma ci sono voluti più di 4 anni per diventare quello che è oggi.

Chiara una volta nel mondo

FIV: Sul tuo blog registri anche i tuoi viaggi per te stesso e per i tuoi lettori. Hai già viaggiato in Europa e in Africa e vuoi ancora andare in Asia, Australia, America, Caraibi e Medio Oriente. Hai incontrato persone da tutto il mondo e hai visto i posti più straordinari. Quali esperienze dei tuoi viaggi sono rimaste nella tua memoria e quali persone ti hanno ispirato nei tuoi viaggi?

Chiara: Devo proprio dire che il viaggio è un grande argomento per me. Ho dei bei ricordi di Petra in Giordania, del Cairo, dell’Egitto e di Dubai. Gli edifici impressionanti, la cultura e la gente – assolutamente affascinante. L’America è un paese in cui mi piacerebbe viaggiare in futuro. Sono stato a New York e Chicago da adolescente e allora mi piaceva molto. Mi piacerebbe anche scoprire le Hawaii e Cuba. È in cima alla mia lista di viaggi, insieme all’Asia. Per vedere dal vivo il Taj Mahal o Bangkok e Singapore. Quindi ho ancora molti progetti. Anche per visitare il mio paese d’origine, naturalmente: Africa. Ho vissuto in Zimbabwe per 12 anni, nel sud dell’Africa. Da lì, siamo stati in grado di viaggiare in Sud Africa, Mauritius e Mozambico in pochissimo tempo.

FIV: Il blogging sta diventando sempre più popolare e sempre più persone usano i blog per parlare della loro vita, per ispirare altre persone e per condividere certe cose con i loro lettori. Cosa rende il tuo blog diverso dagli altri e qual è la tua ricetta per il successo?

Chiara: Penso che sia fantastico come molte persone siano ora interessate, perché ho iniziato il mio blog/Instagram/Youtube allora perché volevo rivolgermi a persone che guardano e pensano come me. All’epoca ho cercato un sacco di cose, ma ho trovato ben poco che mi piacesse e quindi ho creato questa piccola nicchia di mercato per me con il mio modo di vedere le cose. Ora mi rendo conto che molti dei miei seguaci vengono da paesi diversi, hanno una cultura completamente diversa e non comunichiamo nemmeno nella stessa lingua. Amano il modo in cui mi presento e penso che sia molto bello.

“Non ho fatto un piano quinquennale perché bisogna vivere come viene”.

FIV: Lavorare sulla propria persona e soprattutto su un diario online richiede molto tempo e fatica, ma alla fine ne vale la pena. Hai certi obiettivi che vorresti raggiungere e dove ti vedi tra 5 anni? E detto tra noi, c’è qualcosa di speciale in programma nel prossimo futuro?

Chiara: La professione di blogger/influencer non ha linee guida. Non ho elaborato un piano quinquennale perché bisogna vivere man mano che si va avanti. Qualcosa oltre ai “social media” è in fase di progettazione ma non ancora pronto a parlare. Per il resto, ho gli stessi obiettivi di chiunque altro nella vita: avere un bel lavoro che sia divertente e rimanere in salute.