Abbigliamento da notte confortevole e alla moda per un sonno sano e rilassato: consigli su vestibilità, tessuti & co.

Il sonno riposante fa bene alla salute e ci aiuta ad affrontare le sfide della vita quotidiana. Ci sono molti consigli per un sonno riposante, ma il tema dell’abbigliamento da notte è raramente incluso, anche se i pigiami comodi contribuiscono al benessere, che è un fattore importante per un buon sonno. Inoltre, nei giorni di riposo indossiamo l’abbigliamento da notte anche per la colazione e per guardare la TV. Di conseguenza, devono essere confortevoli e accoglienti. Ma a cosa bisogna prestare attenzione?

Buon abbigliamento da notte e cosa lo rende speciale: traspirante e assorbente

Alcuni dormono profondamente e suonano come una pietra, altri si svegliano con disturbi anche minimi. Durante il sonno, anche la circolazione sanguigna aumenta, viene rilasciata una maggiore quantità di sudore e ci muoviamo sorprendentemente spesso. Che si tratti di un pigiama o di una camicia da notte, l’abbigliamento da notte non deve quindi limitare o essere scomodo. Anche i coloranti potenzialmente dannosi vengono assorbiti in misura maggiore dall’aumento della circolazione sanguigna e della sudorazione.

È importante che la camicia da notte o il pigiama siano traspiranti e assorbenti.

Gli indumenti da letto devono quindi essere sempre comodi e innocui per la salute. Ciò significa che non devono essere troppo stretti o addirittura avere un effetto costrittivo. Si dovrebbero scegliere anche materiali sintetici naturali o pratici. Perché è importante che la camicia da notte o il pigiama siano traspiranti e assorbenti. Queste proprietà garantiscono un elevato livello di comfort e quindi contribuiscono alla cosiddetta igiene del sonno.

Consigli per l’acquisto di abbigliamento da notte: elegante vestaglia e comodo pigiama set

Nella scelta del pigiama e dei pigiami, devono essere presi in considerazione diversi fattori. Ci sono ora molti pigiami con tagli e vestibilità diverse, e realizzati in materiali diversi. Anche la scelta dell’abbigliamento da notte in termini di colori, fantasie e dettagli speciali è enorme. Un vasto assortimento di abbigliamento da notte confortevole è disponibile online su Hunkemöller. Qui troverete non solo pigiami teneri per l’autunno e l’inverno, ma anche molti modelli carini per il periodo prenatalizio.

FIV News >
Influencer Funnypilgrim su moda, bellezza e cibo

I criteri più importanti a colpo d’occhio: Materiale, stile & Co.

Oltre alle diverse lunghezze e materiali per le diverse stagioni, troverete anche una vasta gamma di stili diversi. Accogliente, comodo e lungo per l’inverno in morbida e calda spugna? O preferite un leggero e seducente negligé per l’estate?

Due criteri decisivi per la selezione si possono già trovare qui. I criteri sono tutti in tutto e per tutto:

  • Materiale
  • Stile
  • In forma
  • Dettagli

Materiali naturali per un abbigliamento da notte confortevole: cotone, seta e lana merino

Una distinzione fondamentale è fatta tra fibre naturali e fibre artificiali. Le fibre naturali includono

Cotone

Flanella, jersey, spugna – tutti questi tessuti hanno una base comune: il cotone. Può assorbire grandi quantità di umidità, può essere pulito ad alte temperature a seconda della lavorazione ed è adatto alla pelle. Tuttavia, un possibile svantaggio, soprattutto con i tessuti più spessi fatti di questo materiale, è che impiegano più tempo ad asciugare.

Seta

La seta è particolarmente benefica per la pelle in estate. E ‘liscia, leggera, ariosa e rapidamente stoppini via l’umidità. Si asciuga anche in breve tempo ed è adatto anche per malattie della pelle come la neurodermite.

Lana merino

Questo materiale naturale è molto morbido e ha un effetto regolatore della temperatura. Ciò significa che ha un effetto rinfrescante in estate e un effetto riscaldante in inverno. Il comfort è quindi estremamente elevato.

Camicie da notte in materiali sintetici: vello, poliammide e poliestere

fibre sintetiche, portano altri vantaggi rispetto ai materiali naturali. Per lo più li troverete mischiati con il cotone nella vostra biancheria da notte. I tessuti sintetici più popolari sono:

Vello

Il pile o anche il micropile è caldo, morbido e invita ad abbracciarsi, perché ha una superficie morbida a causa dell’irruvidimento. Grazie alla sua bassa densità e all’elevato contenuto d’aria, si asciuga rapidamente ed è resistente all’usura. Isola e riscalda, motivo per cui è particolarmente popolare in inverno.

Poliammide

Questo tessuto sintetico è particolarmente elastico ed è adatto a tutti coloro che sudano rapidamente e pesantemente a causa dei brevi tempi di asciugatura. È anche resistente agli strappi, durevole e colpisce per la sua elevata elasticità – perfetto per rotolare a letto di notte.

FIV News >
Cathy Hummels: Collezione per Pimkie & vivere con marito e figlio

Poliacrilico

Questo materiale favorisce un clima di sonno sano e piacevole e può quindi aumentare notevolmente il comfort. La consistenza simile alla lana mantiene la pelle calda e morbida e leggera. Di solito troverete il poliacrilico misto lana o cotone nel vostro pigiama. Perché? Le fibre naturali si opacizzano meno utilizzando il poliacrilico.

Poliestere

Questo è molto spesso utilizzato per l’abbigliamento da notte, in quanto il poliestere è elastico e traspirante. I pigiami e le camicie da notte che ne sono fatti offrono quindi un alto livello di comfort per il sonno.

I tessuti sintetici hanno il vantaggio di asciugare molto rapidamente e quindi sono di nuovo disponibili in poco tempo dopo il lavaggio, ma anche di eliminare l’umidità che viene rilasciata attraverso la pelle durante la notte.

Combinare correttamente camicia da notte e biancheria da letto

Fondamentalmente è possibile combinare tutti i materiali tra loro. Solo due punti sono importanti. In primo luogo, i tessuti lisci e sensibili non devono essere utilizzati insieme a quelli ruvidi. Questo potrebbe far sì che il tessuto liscio soffra e si irruvidisca.

In secondo luogo, l’abbigliamento da notte in raso o seta in combinazione con la biancheria da letto realizzata con gli stessi materiali è problematico. Grazie ai tessuti molto lisci e scorrevoli, possono letteralmente scivolare via l’uno dall’altro e disturbare il riposo notturno.

Stile

Qui dipende soprattutto dai gusti personali e dalle preferenze individuali. Solo secondariamente anche la stagione e il materiale della biancheria da letto giocano un ruolo importante. Le persone che sudano velocemente di solito si sentono a proprio agio in abiti da notte più leggeri e più corti anche in inverno. Se invece sentite un po’ di freddo e indossate il pigiama non solo a letto nel fine settimana, potreste sentirvi meglio in pigiama lungo.

In forma

L’abbigliamento da notte non deve limitare l’offerta né limitare il movimento. Una vestibilità sciolta e polsini elasticizzati sono i presupposti ideali per questo. Questo assicura che il pigiama o la camicia da notte si adattino perfettamente e consentano un sonno sano e riposante.

Dettagli e chiusure

Dettagli decorativi ma anche chiusure come fiocchi, perline, bottoni e cerniere, ganci, fibbie e clip in plastica possono non solo creare antiestetici punti di pressione. Possono anche disturbare il sonno.

Anche con un abbigliamento da notte seducente, bisogna quindi fare attenzione che non ci siano dettagli o chiusure rigide. Morbidi tessuti e motivi e materiali diversi sono ideali come elementi decorativi.

FIV News >
Acquistare Lamborghini come investimento: Top10 dei modelli Lamborghini più costosi

Igiene del sonno: pulizia e cura degli indumenti da notte

La non trascurabile sudorazione durante il sonno, anche con materiali ad asciugatura rapida, può far sì che l’abbigliamento da notte sia almeno leggermente umido al mattino. Questo non è l’ideale per metterli sotto il piumone, ad esempio. È meglio appenderli ad asciugare.

La frequenza con cui la camicia da notte o il pigiama devono essere lavati dipende da diversi fattori.

  • Doccia o bagno: Chi si fa la doccia o il bagno la sera prima di andare a letto di solito deve lavare meno spesso la biancheria da notte. Un cambiamento una o due volte a settimana è di solito sufficiente.
  • Sudore e cura: quanto sudore viene prodotto determina la frequenza dei lavaggi. Chi suda molto dovrebbe cambiarsi e pulire la biancheria da notte ogni uno o tre giorni. Si applica uno strato spesso di crema o olio prima di andare a letto? I residui dei prodotti per la cura si trovano anche sui tessuti. Con il tempo, questi residui possono portare ad indurimento e cattivi odori o danneggiare le fibre.
  • Ammorbidente: Anche se l’ammorbidente ha un odore gradevole, a lungo andare può rendere i tessuti opachi. Anche gli aromi intensi possono disturbare il sonno.

In ogni caso, è importante che gli indumenti da notte siano puliti secondo le istruzioni del produttore per evitare danni ai materiali.