Allestimento per i pulcini modello – agenzie, servizi di prova e co.

Diventare un modello. Molte giovani donne sognano di fluttuare su una passerella scintillante come gli angeli di Victoria’s Secret o di fare le modelle per grandi marchi come Tommy Hilfiger e Co. come Gigi Hadid. Ma non tutti hanno quello che serve, e nella vita reale dei modelli c’è molto di più di quello che ci mostrano formati come GNTM. Per portare un po’ di chiarezza sui prerequisiti e sulla vita reale dei modelli, ho riassunto qui i fatti più importanti.

Fatto n. 1 Requisiti dei modelli

Certo, il cliché è un po’ vero che tutte le modelle devono essere magre, perché tranne le modelle curvy, dovresti già essere in forma come modella. Ma ciò che è importante è che nessuna agenzia vuole più le cosiddette modelle affamate. Ora si tratta molto di più di vivere una vita sana, sportiva ed equilibrata. Come modello, ovviamente, hai bisogno di certe misure. 90-60-90 non è poi così antiquato nel business della modellazione. Per il mercato tedesco, tuttavia, i modelli possono anche essere più “curvi”, il che significa che un fianco 94 o una vita 65 sono perfettamente adeguati. La ragione per cui ci sono queste misure è semplicemente il fatto che gli stilisti di solito si adattano ad una certa taglia per i loro servizi fotografici o le passerelle, in cui poi le modelle devono adattarsi.

Il problema con le misure è di solito che molti non sono progettati con la struttura ossea e corporea per ottenere queste misure. Pertanto, non bisogna essere troppo rigidi con le misure, perché le dimensioni a volte sono messe in ombra da un bel viso. Naturalmente, le dimensioni sono molto importanti, ma ci sono anche molti modelli professionisti che sono effettivamente troppo piccoli, ma che hanno un viso così espressivo che funzionano ancora bene. Quindi, per riassumere, è tutta una questione di mix quando si tratta di fare il modello. Le misure devono essere giuste entro un certo range, l’altezza non deve essere inferiore a 1,71m per le donne e il viso deve essere convincente. È anche importante ricordare che modello non significa bello. Ci sono molte modelle con un viso androgino o particolare che non classificheremmo come belle a prima vista, ma che comunque funzionano benissimo come modelle!

Fatto #2 Le agenzie di modelle e come guadagnano effettivamente i loro soldi?

Le agenzie di modelle sono l’alfa e l’omega per le aspiranti modelle. Ti aiutano a trovare i fotografi per i tuoi primi servizi di prova, a organizzare i lavori e a organizzare tutto ciò che ha a che fare con il lavoro di modella. Ma quali agenzie sono buone e professionali e quali sono da evitare? Ci sono alcuni dati chiave che puoi usare per identificare una buona agenzia. Per esempio, un’agenzia professionale non prenderà mai soldi da voi. Anche se questo è indicato nel contratto, non è legale. Una buona agenzia di modelle non ti dirà nemmeno che devi morire di fame o costringerti a fare cose che non vuoi, come un taglio di capelli, l’autoabbronzatura o altre cose.

Una buona agenzia non ti farà firmare un contratto che stabilisce una durata minima o che non ti è permesso lavorare per altre agenzie. Come modello professionista, è normale essere rappresentato da diverse agenzie di diversi paesi. I cosiddetti “contratti di esclusività” non sono legali, perché lei è un lavoratore autonomo e può essere rappresentato in tutte le agenzie che vuole. Quando fai domanda, non hai bisogno di un grande portfolio dei tuoi lavori. Bastano delle semplici polaroid. Si possono semplicemente fare a casa davanti a un muro semplice, ma come guadagnano effettivamente le agenzie? È abbastanza semplice, perché le agenzie di modelle ti inseriscono nei lavori e ottengono il 20% di commissione d’agenzia dai loro clienti sul tuo compenso, per così dire. Quindi se lei guadagna 400,00 euro netti su un lavoro, la sua agenzia riceve 80,00 euro dal cliente. È importante notare che non viene detratto nulla dal vostro compenso, ma è il cliente che paga la commissione, non voi!

FIV | Magazine

New Issue! #26 with San Diego Pooth - Newcomer now in Tampa / USA FIV Magazine: All Covers

Fatto #3 Costruire un libro come nuovo volto

Come NewFace, è importante costruire un libro grande ed esteso. Per questo, la maggior parte fa dei tiri di prova con i fotografi. Nei cosiddetti scatti TfP, tutte le persone coinvolte (fotografo, visto, modello) usano le immagini per il loro libro, ma nessuno deve pagare l’altro. Qui è importante che la qualità delle immagini sia giusta. Quindi cercate solo buoni fotografi, o discutete le riprese con la vostra agenzia in anticipo. Scatti con un’ambientazione naturale, senza troppo trucco, senza abiti o accessori troppo stravaganti sono i più adatti per il tuo libro, dovrebbe riguardare te e mostrarti dal lato migliore.

A seconda di quanto sono professionali i fotografi, potrebbero anche volere dei soldi da voi per un test. Questo vale solo con i migliori, ma allora è un buon investimento in se stessi. Devi fare attenzione ai fotografi che vogliono farti delle foto troppo salaci o che organizzano il servizio senza la tua agenzia. Se si tratta di un fotografo professionista, lui o lei non avrà problemi a comunicare in anticipo con la vostra agenzia. Se siete in un servizio fotografico e il fotografo si aspetta qualcosa che non volete, dite di no, perché non dovete fare tutto voi e le belle foto si fanno solo quando vi sentite a vostro agio nella vostra pelle.