Manolo Blahnik: Storia, scarpe & Anna Wintour

Come sarebbe il mondo della moda senza di lui? Manolo Blahnik: Un uomo che ha scoperto la sua passione per le scarpe attraverso una storia interessante e speciale. Ha già raggiunto molti obiettivi nella sua vita di designer. Molti giovani designer sognano questo. Qui si può scoprire dove le sue scarpe lo hanno già portato e a cui ha addirittura dedicato un modello di scarpa.

Manolo Blahnik: un uomo & un marchio

Manolo Blahnik: Il nome è conosciuto tra le stelle e le stellette di oggi. Ha già fornito le sue scarpe a molte celebrità. Ma come gli è venuta l’idea di progettare scarpe?

La storia di Manolo Blahnik

Nato nel 1942: la patria di Manuel Blahnik Rodriguez sono le Isole Canarie, anch’esse ben temperate d’inverno. Più precisamente, è cresciuto a La Palma. Ha radici ceche e spagnole. I suoi genitori avevano una piantagione di banane sull’isola. Blahnik è cresciuto con la sorella minore. Gli è stato anche insegnato da casa. Ma all’inizio i suoi genitori avevano piani diversi per il futuro del figlio. Avrebbero voluto vederlo più tardi come diplomatico. L’idea era questa: Blahnik avrebbe studiato legge e politica. e avrebbe studiato a Ginevra, lontano da casa. Non credo che gli sia piaciuto così tanto, così ha scambiato i suoi soggetti con altri due.

FIV News >
capelli guru: è necessario conoscere questi youtuber!

A metà degli anni Sessanta, Blahnik si trasferisce in una metropoli: la bella Parigi è la sua nuova casa. Lì ha poi studiato all’accademia d’arte. Il suo desiderio era quello di imparare la scenografia. La Palma, Ginevra e Parigi: Manolo Blahnik ha già girato il mondo, o meglio si è già mosso. Ma la mossa successiva era già dietro l’angolo: è andato a Londra. Perché non è rimasto a Parigi? Dopo tutto, Parigi è una grande città in cui anche la moda è molto importante. A Londra dovrebbe migliorare la sua conoscenza della lingua inglese.

Manolo Blahnik & le lucertole

Forse alcuni di voi si chiedono cosa abbia in comune Manolo Blahnik con le lucertole. Manolo Blahnik ha forse delle lucertole come animali domestici in casa? C’è già un documentario sullo stilista intitolato: “Manolo: The Boy Who Made Shoes For Lizards”. Il titolo dice tutto. Manolo Blahnik faceva piccole scarpe per le lucertole. Mentre altri bambini di quell’età avrebbero potuto disegnare un quadro o andare in bicicletta fuori in cortile, lui si occupava già di progettazione di scarpe in tenera età. Se questo non è un inizio interessante nel mondo delle scarpe.

La sua svolta per il designer

Paloma Picasso, amica di Manolo Blahnik, gli presenta Diana Vreeland. È stata redattrice capo di Vogue in America. Ha mostrato a Blahnik i suoi disegni. Il consiglio di Vreeland era che Blahnik dovesse disegnare le scarpe. E come avrete intuito, Manolo Blahnik ha fatto proprio questo. Per prima cosa, ha iniziato a disegnare scarpe da uomo. Ha progettato per Zapata, una boutique a Parigi, e Ossie Clark.

FIV News >
Cathy Hummels vince il processo a Monaco di Baviera: Pubblicità su Instagram - Giudizio

Intervista con Manolo Blahnik

Qui potete vedere un altro video con Manolo Blahnik.

Il primo negozio per le sue creazioni di scarpe

Negli anni Settanta era arrivato il momento: Blahnik decise di comprare Zapata. Sua sorella, Evangelina, lo gestiva con lui. Ha anche creato una collezione per il marchio Bloomingdales negli Stati Uniti. E poof: la prima boutique di Blahnik a New York ha aperto alla fine degli anni ’70.

Manolo Blahnik: Cooperazione & ulteriori successi

Blahnik ha già lavorato con altri noti designer. Tra questi Oscar de la Renta, Clavin Klein, Elio Fiorucci e John Galliano.

Non c’è dubbio che Manolo Blahnik abbia successo con la sua etichetta di scarpe. Dopo tutto, ha ricevuto un dottorato ad honorem dal “Royal College of Arts” di Londra. Impressionante anche il fatto che Blahnik sia stato il primo uomo a decorare la copertina di British Vogue. Blahnik è stato anche premiato con il “Balenciaga Fashion Price”. E non è tutto, la lista dei suoi successi è lunga. Ancora oggi disegna le sue scarpe.

Blahnik x film

Le scarpe di Manolo Blahnik hanno fatto molta strada. Si possono anche ammirare in alcuni film o addirittura in alcune serie. Una di queste: “Sex and the City”: Sì, Carrie Bradshaw, interpretata da Sarah Jessica Parker, indossa le scarpe di Manolo Blahnik. Forse qualcuno di voi conosce la parte in cui John James Preston, interpretato da Chris Noth, mette a Carrie una scarpa blu nel camerino. Ma “Sex and the City” non era l’unica apparizione delle scarpe di Blahnik nel film/serie. Perché anche in “Twilight” Bella Swan ha indossato Blahnik al matrimonio del suo vampiro preferito Edward Manolo.

FIV News >
Lena Hoschek X Fashion Week Berlin 2019

Anche tutte le celebrità già galleggiavano nelle sue creazioni di scarpe. La principessa Diana, Rihanna e Kate Moss stavano già camminando nei suoi panni.

Manolo Blahnik & Anna Wintour

Anna Wintour è apparentemente un buon cliente abituale di Manolo Blahnik. Lei è costantemente vista nei suoi panni. E se indossate queste scarpe così spesso, perché non vi procurate subito un vostro modello? Perché esiste una cosa del genere. Manolo Blahnik ne ha fatto una coppia appositamente per il direttore di Vogue in America. Era il 1994 e si chiama “AW” – la sigla di Wintour.

Creazioni di Blahnik

Se siete interessati alle scarpe del designer, potete anche seguire la sua etichetta su Instagram. Lì da vedere: Scarpe, scarpe e ancora scarpe di ogni colore, forma e varietà.