Risparmiare le tasse: Da dove comincio! Reddito, società, accumulo di beni – esempi

Risparmiare le tasse: Classificazione, reddito, fatturato, coaching – Vantaggi e benefici fiscali, nonché consigli e trucchi sul tema del “risparmio fiscale” sono essenziali per imprenditori, liberi professionisti, pensionati & Co. al fine di non perdere traccia delle numerose leggi e linee guida del diritto fiscale. Anche se tutti conoscono la parola “tassa”, solo poche persone sanno effettivamente cosa sono le tasse. Quali sono le tasse? Per cosa paghiamo le tasse e quanto? A chi paghiamo le tasse? Quali sono i trucchi e i consigli per risparmiare sulle tasse? E soprattutto, come funziona effettivamente il risparmio delle tasse e quali strumenti di risparmio fiscale dovrei usare? Puoi scoprire questo e molto altro qui sotto, in modo facile e veloce.

Overview hide

Tasse e imposte in Germania: reddito, società, patrimonio

Le tasse spiegate brevemente: In generale, una tassa è definita come un certo prelievo finanziario allo Stato, che deve essere pagato su salari, redditi o beni. La parola tassa proviene dal medio o antico alto tedesco e può essere comunemente tradotta come “sostegno” o “supporto”. Questo è giusto nella misura in cui le tasse sono la fonte più importante delle entrate statali e sono quindi di importanza essenziale per lo Stato. Formano la parte principale del bilancio statale, che a sua volta finanzia e fa spese nell’interesse del bene comune.

Circa tre quarti delle entrate fiscali in Germania sono raccolte da soli sei tipi di tasse:

  • Imposta sul valore aggiunto
  • Imposta sul reddito
  • Tassa sul salario
  • Tassa sul commercio
  • Imposta sul reddito delle società
  • Imposta sulle vendite all’importazione

Dal vivo: Coaching fiscale – Esperienza e consiglio

Vuoi diventare tu stesso un investitore immobiliare? Se scrivi di immobili, devi anche istruirti. Più precisamente, quando non si tratta più solo di uso personale, ma anche di affitto. Perché la voce più grande dal lato delle spese è quella delle tasse. Più si guadagna, più tasse si devono pagare – il problema è chiaramente definito, cosa fare? Imparate dall’esperienza, da coloro che ce l’hanno fatta. Molti dicono che il Next Level Tax Coaching è il migliore in Germania. Motivo sufficiente per parteciparvi da soli.

Leggi di più sul coaching fiscale qui:

Classificazione fiscale – capitale aziendale, beni, acquisizione di terreni, ecc.

Quali sono le tasse? Oltre alle tasse già menzionate, ci sono molti altri tipi di tasse, dalla A per le tasse generali alla V per le accise. Per chiarezza, le tasse in Germania sono divise in categorie secondo certi criteri, a seconda della prospettiva da cui sono viste. Le seguenti quattro classificazioni fiscali sono comuni:

  • Classificazione statistica finanziaria
  • Classificazione aziendale
  • Classificazione finanziaria
  • Classificazione a fini fiscali

Diamo un’occhiata più da vicino alla classificazione fiscale: Su cosa vengono riscosse le tasse? Da un lato, ci sono le tasse sul reddito. Questi includono, per esempio, l’imposta sul reddito commerciale e l’imposta sul capitale commerciale, l’imposta sulla proprietà, l’imposta sul patrimonio e l’imposta sul reddito delle società. Insieme alle altre imposte, possono essere ulteriormente suddivise in imposte sul reddito e altre imposte.

Esempi di imposte sul reddito

  • Imposta sul reddito commerciale
  • Tassa sulla licenza
  • Tassa sulla proprietà
  • Imposta sul capitale d’impresa

Esempi di altre imposte dopo il reddito

  • Imposta sulla ricchezza
  • Imposta sul reddito inclusa l’imposta sul reddito della chiesa
  • Imposta sul reddito delle società
  • Imposta di successione e donazione

Dall’altra parte, ci sono le tasse sull’uso del reddito, cioè tipi di tasse che vengono applicate sugli acquisti di beni o servizi o riguardo al risparmio. Oltre alle imposte generali, queste includono le imposte sul consumo e le accise, le imposte sulle transazioni reali e le imposte speciali sulle transazioni legali. I tipi di tasse più conosciuti qui sono la tassa sul fatturato e la tassa sui veicoli a motore.

Esempi di tasse sull’uso del reddito

  • Imposte generali: Imposta sul valore aggiunto
  • Imposte di consumo e di consumo: Imposta sugli oli minerali, Altre imposte
  • Tasse sui trasporti reali: Tassa sui veicoli a motore
  • Imposte legali speciali sulle vendite: tassa sul trasferimento di terreni, tassa sulle assicurazioni

Le accise e le imposte di consumo dichiarate come “altre imposte” includono le imposte sul sale e sullo zucchero, sul caffè e sul tè, e sulle bevande (più le imposte specifiche sulla birra e sullo spumante). Anche i prodotti del tabacco e gli illuminanti sono tra le merci soggette ad accise. Inoltre, includono la tassa sui divertimenti e la tassa sui cani e sulla caccia. Anche le tasse pagate su cavalli e motoscafi di lusso rientrano in questo termine collettivo, così come la tassa sulle seconde case. Le tasse doganali e del casinò sono tipi speciali di tasse e quindi non sono incluse nello schema di cui sopra.

È quindi presto detto: chiunque non voglia rinunciare al proprio consumo o evitare le spese attraverso un risparmio eccessivo dovrebbe imparare come funziona correttamente il risparmio fiscale:

Imposte dirette e indirette – Onere, debito e obbligo di pagare

Oltre alla classificazione generale delle imposte, c’è anche una distinzione tra imposte dirette e indirette. I criteri utilizzati per la classificazione o l’assegnazione si basano da un lato sulla tecnica di accertamento e riscossione e dall’altro sulla passabilità delle imposte. Inoltre, viene esaminata la capacità fiscale.

Quali imposte sono considerate dirette o indirette è esaminato sulla base di tre criteri:

  • Tecnica di valutazione e sondaggio
  • Sopraffazione
  • Capacità fiscale

In sostanza, però, si pone solo una semplice domanda: chi è il portatore dell’imposta e chi è il debitore dell’imposta? Per le imposte dirette e indirette si tratta della relazione tra la persona che sopporta l’onere fiscale e la persona che ha l’obbligo di pagare alle autorità.

Imposte dirette spiegate semplicemente – reddito, auto, società e terreni

Le imposte dirette sono valutate e generalmente non possono essere trasferite. Sono valutati personalmente o oggettivamente, a seconda della capacità di pagare. Se qualcuno è sia un contribuente che un debitore, è considerato un contribuente ed è direttamente responsabile del pagamento di tutte le tasse dovute all’ufficio delle imposte.

Esempi di questo sono:

  • Imposta sul reddito
  • Tassa sui veicoli
  • Imposta sul reddito delle società
  • Tassa sulla proprietà

Le imposte sui salari e sui guadagni di capitale sono considerate ritenute alla fonte e sono classificate come imposte dirette, anche se non seguono il principio di immediatezza.

Le imposte indirette spiegate semplicemente – olio minerale, elettricità, tabacco e fatturato

Le imposte indirette sono fissate sulla base delle tariffe e sono di solito trasferite in parte o completamente all’acquirente finale. La loro performance è indiretta sull’uso del reddito e delle transazioni immobiliari. Se un contribuente non è anche un debitore d’imposta, paga le tasse dovute solo indirettamente, cioè al debitore d’imposta. Il debitore fiscale inoltra poi queste imposte indirette come contribuente all’autorità corrispondente.

Esempi comuni sono:

  • Olio minerale
  • Tassa sull’elettricità
  • Tassa sul tabacco
  • Imposta sul valore aggiunto

Per i contribuenti, è facile tenere traccia delle tasse pagate:

Consigli per il risparmio fiscale: Matrimonio, affitto, indennità e donazioni

Quindi ci sono molte tasse e ne paghiamo molte senza esserne veramente coscienti. Questo può diventare rapidamente costoso, specialmente per gli alti guadagni che amano investire molto. Risparmiare le tasse investendo è una buona opzione in questo contesto. È quindi ancora più importante sapere quali sono le agevolazioni fiscali disponibili, quali vantaggi fiscali possono essere di beneficio per voi e dove le tasse possono essere risparmiate in modo semplice ed efficiente o evitate completamente.

Sgravi fiscali per bambino, grave disabilità, fondazione & Co.

Le agevolazioni fiscali sono misure di sostegno statale e sono concesse in caso di ridotta capacità di pagare, per esempio a causa dell’educazione dei figli, in caso di maggiori costi basati su una disabilità, tra le altre cose, così come per certe azioni. Quest’ultimo include, per esempio, la donazione a un’organizzazione o fondazione caritatevole.

I benefici fiscali sono previsti dai seguenti regolamenti:

  • Costi di pubblicità
  • Edizioni speciali
  • Oneri straordinari
  • Indennità

Vantaggio fiscale per il matrimonio, l’affitto, gli assegni familiari & Co.

I vantaggi fiscali derivano da certi eventi, prima di tutto il matrimonio o la registrazione di un’unione civile, perché allora si applica la cosiddetta separazione coniugale. La scelta della giusta combinazione di classi fiscali può anche avere un effetto finanziario e soprattutto fiscale nel matrimonio e, ultimo ma non meno importante, una partnership può risultare in un doppio forfait per i risparmiatori così come in importi di donazione esentasse significativamente più alti.

Altri fattori di vantaggio fiscale sono i figli nel senso di assegni familiari o assegni per i figli. Classicamente, gli immobili portano anche vantaggi fiscali: Un appartamento occupato dal proprietario, per esempio, può portare vantaggi fiscali nella misura in cui i lavori artigianali sono eseguiti in un appartamento occupato dal proprietario o le spese sono sostenute quando si affitta l’appartamento occupato dal proprietario.

Benefici fiscali per il matrimonio, l’unione civile:

  • Scissione coniugale
  • Combinazione di classi fiscali
  • Doppia indennità per i risparmiatori
  • Importi di donazioni esenti da tasse

Vantaggi fiscali con uno o più figli:

  • Assegni familiari
  • Assegni per i figli

Vantaggi fiscali per gli immobili:

  • Lavoro artigianale per abitazione occupata dal proprietario
  • Spese quando si affitta una proprietà

Coaching fiscale: risparmiare le tasse come i grandi

A causa della moltitudine di tasse e delle molte possibilità di ricevere sussidi o di assicurarsi vantaggi fiscali, non è affatto facile fare una dichiarazione generale sul risparmio fiscale. Inoltre, fa una grande differenza se il risparmio deve essere applicato a una società o a un privato o a un libero professionista in un lavoro autonomo: Una GmbH (società a responsabilità limitata) è impostata diversamente da una GbR (società di diritto civile), un pensionato ha opzioni diverse da un imprenditore individuale o uno studente. Soprattutto nel caso di grandi investimenti di capitale e di alto valore, è necessaria una certa cautela per non mettere il piede nella propria bocca fiscale.

Strumenti di risparmio fiscale: aggiornati, di alta qualità e seri

Qual è il modo migliore per risparmiare le tasse? Non è così facile da scoprire, perché c’è un aiuto disponibile attraverso vari media educativi. Alcuni sono a pagamento, altri sono gratuiti. I criteri più importanti quando si sceglie lo strumento di risparmio fiscale giusto sono l’attualità, la qualità e la serietà.

Ecco alcuni esempi di strumenti di risparmio fiscale:

  • Misure di formazione continua e avanzata
  • Coadiuvazione fiscale
  • Consulenza fiscale
  • Libri e e-book
  • Software e applicazioni mobili
  • Piattaforme Internet (chat, forum, blog)
  • Portali internet
  • Media sociali (Facebook, Twitter, Instagram, YouTube)

Coaching fiscale e consigli personali: imparare dai professionisti

Le misure di perfezionamento e di formazione sono di solito costose e richiedono tempo. Inoltre, sono spesso legati a certi prerequisiti, come una formazione professionale completa o diversi anni di esperienza professionale. Spesso mancano il tempo e le risorse finanziarie per questo, e in più: il know-how per risparmiare le tasse può essere solo un obiettivo a lungo termine e non fornisce un aiuto immediato.

In alternativa, c’è la possibilità di partecipare a un coaching fiscale o a un seminario o webinar, ma anche qui, i fattori di tempo e denaro sono in primo piano. A causa della vasta gamma di offerte, è anche difficile riconoscere i fornitori affidabili come tali. Un appuntamento con un consulente fiscale sembra quindi sensato, ma la competenza qui è di solito addebitata ad un costo estremamente elevato. Proprio a causa della loro studiata competenza professionale, può anche essere difficile comunicare in modo chiaro e tecnicamente corretto o mantenere una visione d’insieme nella confusione dei termini tecnici.

Media di coaching fiscale: libro, CD e applicazione mobile

I libri sono ovviamente una grande opzione per chiunque ami leggere e voglia acquisire conoscenze in modo fai da te. Tuttavia, i libri diventano rapidamente obsoleti e l’argomento fiscale in particolare viene rivisitato ogni anno. Inoltre, è possibile riconoscere quali libri sono qualitativamente validi solo sulla base delle valutazioni degli utenti. Tuttavia, sono anche disponibili per l’acquisto e molti utenti preferiscono commentare invece di dare recensioni accurate dei prodotti. La fascia di prezzo per le guide al risparmio fiscale è di 10,00 euro in media e di solito tra 200 e 1.000 pagine per libro.

Gli e-book sono spesso un po’ più economici e possono essere accessibili ovunque. Il prerequisito qui è, naturalmente, un dispositivo tecnico adatto con sufficiente spazio di archiviazione. I fattori di attualità, qualità e valutazione corrispondono a quelli dei libri con copertina rigida e morbida.

I libri sul risparmio fiscale sono spesso pesanti e noiosi da leggere.

Il software sul tema del “risparmio delle tasse” è disponibile sotto forma di CD per il computer e di app per i possessori di tablet e smartphone. Anche qui, sono disponibili molti prodotti ed è consigliabile acquistare l’ultima versione ogni anno per rimanere aggiornati in termini di legge fiscale. Supponendo un dispositivo finale che soddisfi i requisiti tecnici, la gamma di costi per programmi rispettabili su CD, per esempio, è di circa 20,00 euro a 40,00 euro e più.

La gamma di app per il risparmio fiscale è così ampia e confusa che un acquisto – specialmente di un prodotto di prezzo più elevato – dovrebbe idealmente essere fatto solo sulla base di una raccomandazione affidabile. In entrambi i casi, la facilità d’uso del software può essere determinata solo dopo l’acquisto e l’installazione sul dispositivo finale.

Gratuito: Blog, portali, reti

Se non volete spendere soldi per saperne di più sul risparmio fiscale efficiente, internet è il posto giusto dove andare: per risparmiare sulle tasse senza spendere soldi, ci sono molte offerte gratuite online sotto forma di varie piattaforme internet, portali e social media network che forniscono gratuitamente un ampio repertorio di consigli, trucchi e informazioni specializzate. Qui, la competenza professionale è il principale criterio di decisione, perché i consigli fiscali dovrebbero essere accettati solo da fonti rispettabili.

Piattaforme Internet: Consigli per il risparmio fiscale nel forum, nella chat room e nei blog

Piattaforme internet: spesso dubbie e arbitrarie – Sulle piattaforme internet, per esempio, ci sono forum e chat room attraverso le quali gli utenti possono virtualmente scambiarsi opinioni su qualsiasi o un dato argomento. L’attenzione – e il rischio – qui è sulle opinioni personali, la conoscenza soggettiva e i pensieri individuali. Un blog, in contrasto con i forum e le chat, è un sito web spesso simile a un diario che è pubblicamente e illimitatamente accessibile a tutti gli utenti del web. L’informazione è completamente soggettiva e di contenuto arbitrario e viene regolarmente ampliata con ulteriori contenuti. Una certa serietà non può essere assunta con le piattaforme internet, poiché chiunque può nascondersi dietro un personaggio virtuale, un nome utente o un’immagine del profilo o fingere di essere qualcun altro. C’è spesso una mancanza di aiuti all’orientamento e di chiarezza, per cui la ricerca richiede molto tempo e dà risultati discutibili.

Portali Internet: consigli e trucchi degli esperti fiscali

Portali Internet: strumenti di marketing semiseri – I portali Internet sono anche siti web accessibili pubblicamente e di solito hanno un sacco di informazioni su un argomento concreto e specifico. Alcuni portali, d’altra parte, pubblicano una quantità gestibile di informazioni su una varietà di argomenti, in modo che la competenza può essere assunta solo in misura limitata. Le informazioni specifiche devono essere filtrate e valutate in modo indipendente. Tuttavia, molti operatori utilizzano significativamente i portali internet per attirare i lettori sul loro sito e per conquistarli come potenziali acquirenti dei loro prodotti a pagamento. In questo senso, gli articoli web devono essere intesi come uno strumento di marketing. Le domande specifiche non sono possibili o desiderate, poiché molti portali generano i loro articoli tramite autori terzi e hanno solo una competenza limitata nelle varie aree tematiche.

Ottimizzazione fiscale: “pagare” le tasse come Trump, Springer & Co.

Se volete capire come i “grandi” “pagano” o risparmiano le tasse, allora dovete assolutamente dare un’occhiata a Lukinski. In realtà un agente immobiliare per proprietà di lusso, scrive spesso sul suo blog di trucchi per risparmiare sulle tasse per imprenditori e aziende.

Ecco altri due esempi di modelli fiscali dal blog:

Il presidente americano Trump paga solo 750 euro di tasse sul reddito, secondo il New York Times. Ancora meglio, Trump non ha pagato alcuna imposta sul reddito in 10 anni su 15 a partire dal 2000, secondo il New York Times. Si tratta di strategie discutibili di risparmio fiscale o semplicemente di ottimizzazione fiscale? Come fa?

O qui: Azioni del valore di 1 miliardo, quasi esenti da tasse. “Regalo di miliardi per il boss Springer: azioni in gran parte esentasse”? Posso fare anche questo? L’intero pacchetto di azioni ha un volume del 15%. Durante il trasferimento, è stata sfruttata una legge che dovrebbe prevenire la possibile insolvenza delle aziende. A causa dell’alto volume, Axel Springer SE potrebbe…

Reti di media sociali: consigli agli influencer su Instagram, YouTube & Co.

Reti di media sociali: solo da guardare con scetticismo – Negli ultimi anni, i prodotti di media sociali sono venuti sempre più alla ribalta e il loro uso è diventato una cosa ovvia per molti. Poiché le piattaforme di social media come Facebook, Twitter e Instagram, per esempio, sono per lo più inondate da disinformazione e utenti falsi a causa della mancanza di moderazione e verifica, è piuttosto meno adatto come fonte affidabile di informazioni per argomenti specifici e complessi come il risparmio fiscale.

Gli influencer spesso usano le ondate di tendenza e le strategie di marketing per aumentare il proprio profilo e generare una maggiore portata. La veridicità dei loro post dovrebbe quindi essere sempre accolta con un sano grado di scetticismo. Inoltre, la maggior parte delle persone competenti tende a non pubblicare le proprie conoscenze sulle piattaforme dei social media, ma piuttosto sui propri siti web o a non pubblicarle affatto.

L’unica eccezione sono i canali video verificati su varie piattaforme video come YouTube, che di solito forniscono gratuitamente approfondimenti sulle loro aree di competenza. L’alta qualità dei loro video può essere facilmente dedotta dai like e dai commenti, dove questi ultimi, a differenza delle recensioni dei prodotti su Amazon & Co. sono solitamente formulati in modo più critico e specifico per l’argomento. Lo scambio personale con il proprietario del canale è spesso possibile tramite commenti o messaggi privati. Un altro vantaggio deriva dal formato video stesso, poiché l’influencer di YouTube può spiegare argomenti complessi in modo chiaro e i gesti, il linguaggio e le parole spesso rendono molto più facile la comprensione da parte dello spettatore/ascoltatore.

Ricerca su Google con SEO, SEA e SEM

Nell’era dei media moderni, una ricerca generale di solito inizia con Google. Ma in realtà il motore di ricerca virtuale non è così utile, perché gli algoritmi di ricerca spesso non sono intuitivamente comprensibili, le pubblicità sono posizionate a monte e spingono i contenuti organici fuori dalle prime pagine. Chi non conosce gli operatori giusti spesso perde molto tempo con la ricerca su Google e alla fine potrebbe anche non trovare esattamente quello che sta cercando. Il Search Engine Advertising (SEA) mette annunci a pagamento per aziende e imprenditori; la ricerca di parole chiave funziona solo in misura limitata perché non tutti i contenuti rilevanti sono stati progettati per l’ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO);

Quando usate Google Search, fate attenzione perché il Search Engine Marketing (SEM) non vi mostra necessariamente i risultati che sono rilevanti per voi:

Parola chiave di ricerca: risparmiare tasse

Con la parola chiave “risparmiare le tasse”, i primi risultati di ricerca mostrano un mix variopinto di articoli di giornale, consigli per gli affari e i dipendenti, software fiscali e applicazioni fiscali, portali internet e una piattaforma online per le borse di studio. Naturalmente, Stiftung Warentest ha anche consigli fiscali per la fine dell’anno. Poi c’è YouTube, Amazon e le solite pubblicità di Google stesso. Così, secondo il search engine marketing (SEM), il maggior numero di visite è per i siti che offrono i propri prodotti di risparmio fiscale o, invece di una competenza specialistica, danno una vasta massa di informazioni a un gruppo target non specifico.

Parola chiave: salvare le tasse aiuto

Anche con l’aggiunta di “aiuto”, Google elenca gli stessi sospetti quasi invariati. Inoltre ci sono l’Aktuell Lohnsteuerhilfeverein e. V. e la Vereinigte Lohnsteuerhilfe e. V., che mettono a disposizione dei membri dell’associazione la loro competenza in materia di imposte sul reddito solo a pagamento e si occupano principalmente del risparmio delle tasse come dipendenti, pensionati, dipendenti pubblici e studenti.

Parola chiave di ricerca: Risparmiare seriamente le tasse

Uno studio legale e un rapporto sul campo su Alex Fischer Tax Coaching possono essere trovati solo su “Tax Saving Seriously”. Qui sotto c’è una raccomandazione per il suo canale YouTube.

Ma chi è questo Alex Fischer? Un breve sguardo al suo curriculum vitae lo dimostra: Alex “Düsseldorf” Fischer è, per sua stessa ammissione, un imprenditore, investitore immobiliare e stratega aziendale. È un autore di libri e ha un sito web con più di 600 video. Da maggio 2013, Alex Fischer ha costruito un seguito di 102.000 abbonati sul suo canale YouTube e convince con quasi 450 video esplicativi gratuiti sui temi dell’immobiliare, del finanziamento e del risparmio fiscale. I suoi video hanno finora (dal 10/2020) generato oltre 12,5 milioni di visualizzazioni – una cifra impressionante per questa gamma di argomenti.

Dopo aver visto alcuni video più brevi, diventa chiaro: Alex Fischer incontra i suoi spettatori personalmente e all’altezza degli occhi. Il suo aspetto carismatico e le spiegazioni di facile comprensione di argomenti anche complessi e aridi come i rendiconti pensionistici e i flussi di pagamento sono certamente una delle ragioni della forte risposta su YouTube. Il video più popolare sul tema del “risparmio delle tasse” è stato il contributo di un’ora intitolato “Risparmiare le tasse capendo veramente il gioco delle tasse”. Tuttavia, il suo canale YouTube presenta anche molti video brevi con consigli e trucchi professionali di circa cinque-dieci minuti di lunghezza, che sono perfetti per una breve pausa educativa per imparare come risparmiare le tasse in modo rapido e semplice.

Competenza teorica e pratica attraverso il coaching fiscale

In poche parole: La linea di fondo è che ci sono molti media diversi e strumenti di risparmio fiscale per acquisire conoscenze. Soprattutto i piccoli trucchi per la vita quotidiana con le tasse possono spesso essere trovati senza molto sforzo. In definitiva, però, raccomandiamo decisamente il coaching fiscale per gli investitori e i grandi guadagni.

Consulenti fiscali – esperti in dichiarazioni fiscali

Non basta trovare un esperto fiscale che ha acquisito le conoscenze teoriche durante diversi anni di studio. Un consulente fiscale, per esempio, possiede indubbiamente un’esperienza completa nell’area tematica delle “tasse”, ma il suo compito consiste essenzialmente nel tenere i registri dei flussi di cassa aziendali, preparare i bilanci annuali e le dichiarazioni fiscali e rivedere le valutazioni fiscali. Inoltre, c’è la contabilità dei libri paga e la rappresentanza dei propri clienti nelle controversie. Di conseguenza, un consulente fiscale può costare molto.

Il loro know-how si estende quindi principalmente alla dichiarazione fiscale e all’applicazione della legge, oltre a rispondere alle domande di gestione aziendale. La consulenza approfondita individuale e continua in materia di diritto fiscale e l’ottimizzazione della strutturazione fiscale sono raramente coperti e se lo sono, si può fallire a causa della propria mancanza di conoscenza e comprensione.

Stai cercando un buon consulente fiscale nella tua zona? Leggi le nostre raccomandazioni in tutta la Germania qui! Trova un consulente fiscale

Tax coaching – numerose offerte offline e online

Secondo il principio della domanda e dell’offerta sul mercato, ci sono masse di fornitori per il coaching fiscale, la progettazione e l’ottimizzazione così come la consulenza fiscale intensiva. Come già menzionato sopra, le classiche offerte di autoapprendimento e i media educativi come libri, e-book, CD e applicazioni mobili sono spesso solo sufficientemente utili quando si tratta di risparmiare sulle tasse.

Le piattaforme Internet sono anche piene di fornitori senza alcuna competenza significativa, per non parlare dell’esperienza sul campo nel mondo delle tasse. Soprattutto sulle piattaforme dei social media, ci sono molti giovani influencer che si sono appena laureati o hanno iniziato i loro studi e che, nonostante la loro mancanza di esperienza, offrono molti consigli e suggerimenti. La loro gravità può e deve essere messa in discussione in ogni caso ed esaminata in dettaglio in ogni singolo caso.

Le tasse sono una questione per il capo – l’esperienza pratica conta

È quindi essenziale trovare uno specialista che abbia una conoscenza pratica e conosca gli errori e le insidie del diritto fiscale dalla sua esperienza. Qualcuno come lui ha già sperimentato e superato i problemi che potresti avere in questo momento e sa esattamente cosa devi fare e cosa funziona.

“Le tasse sono una questione per il capo” è un principio che è pienamente applicabile qui. La pianificazione fiscale difficilmente può essere delegata al consulente fiscale di fiducia, poiché non conosce affatto la vostra situazione reale e sa ancora meno a quale ideale mirate. In definitiva, la direzione stessa deve sviluppare una comprensione professionale al fine di guidare i consulenti fiscali e le unità di personale in modo mirato a dove le loro conoscenze possono essere utilizzate nel migliore interesse dell’azienda al fine di far progredire e migliorare continuamente l’intera azienda.

Suggerimento: coaching fiscale professionale online

Con le informazioni di cui sopra e i consigli per il risparmio fiscale, siete ben preparati per risparmiare le tasse nella vita quotidiana. Tuttavia, se avete già accumulato un certo patrimonio e investite molto in capitale e attività finanziarie, non potrete che sorridere di questi consigli e trucchi. Con un reddito annuale di più di 80.000 euro, il piccolo 1×1 di risparmio fiscale non è più sufficiente, perché allora diventa davvero complicato e invece di importi in centesimi, si parla di importi in euro a quattro e più cifre. Per questo motivo, si dice spesso: “Le tasse sono una questione per il capo”. Perché solo un capo che si intende di tasse può portare la sua azienda al livello successivo.

L’investitore immobiliare e imprenditore di successo Alex Fischer ha già dimostrato la sua competenza e gioca da diversi anni nella massima serie in termini di diritto fiscale e imprenditoriale. Condivide l’80% della sua esperienza con il mondo gratuitamente attraverso il suo canale YouTube. Tuttavia, se volete prendere la vostra vita nelle vostre mani e raggiungere il livello successivo come un imprenditore superiore esperto di tasse, dovreste considerare un coaching fiscale completo e ricco di contenuti.

Fai domanda per Next Level Tax Coaching

Dopo il processo di applicazione, l’area di benvenuto ti aspetta con un video di benvenuto personale di Alex Fischer. Oltre alle basi e ai tipici errori e trappole del diritto fiscale, potete aspettarvi numerosi capitoli sul tema della “strutturazione e ottimizzazione fiscale”. Non solo imparerete come risparmiare efficacemente le tasse e approfittare delle sovvenzioni, ma anche come strutturare meglio la vostra azienda o mettere i beni immobili nei costrutti. Tutto sommato, riceverai otto settimane di contenuti fiscali professionali con un alto livello di informazione, potrai scambiare idee con persone che la pensano come te e specialisti in persona e persino contribuire tu stesso al successo del coaching fiscale. Le testimonianze di coloro che hanno già preso parte al coaching fiscale di Alex Fischer parlano da sole.

Se vuoi saperne di più su Next Level Tax Coaching di Alex Fischer:

Se vuoi leggere un po’ prima, ti consiglio il rapporto sull’esperienza FIV. Qui puoi imparare tutto sulle basi del Next Level Tax Coaching e seguire le nostre esperienze personali settimana per settimana:

Nuovo! Finalmente fatto: coaching fiscale da AF

Chiunque scriva di immobili deve anche istruirsi. Più precisamente, quando non si tratta più solo di uso personale, ma anche di affitto. Perché la voce più grande dal lato delle spese è quella delle tasse. Più si guadagna, più tasse si devono pagare – il problema è chiaramente definito, cosa fare? Imparate dall’esperienza, da coloro che ce l’hanno fatta. Molti dicono che il Next Level Tax Coaching è il migliore in Germania. Motivo sufficiente per parteciparvi da soli. Vuoi diventare tu stesso un investitore immobiliare?

Leggi di più sul coaching fiscale qui:

Suggerimento: investimento di capitale – portafoglio, fatti, rischi

La nostra guida XXL agli investimenti ti dice tutto quello che devi sapere sugli investimenti. Dalle azioni e dalle automobili ai metalli preziosi e alla moda firmata, fino ai gioielli e alla gestione patrimoniale.

Investimento di capitale XXL – immobili, auto e molto altro

Investimento di capitale – 1.000 euro, 10.000 euro, 100.000 euro, 1 milione di euro da quando vale la pena investire in immobili, azioni, fondi, call money, auto e arte? I consumatori possono usare varie opzioni per investire il capitale. Ci sono molti errori. Pertanto, gli investitori dovrebbero sapere in anticipo quali rischi vogliono effettivamente correre. Per la selezione finale dell’investimento di capitale individuale, è importante quanto capitale si vuole investire. Lo sapevi già? I beni immobili possono offrire ulteriori vantaggi fiscali per gli investimenti di capitale.