Tasse USA: Acquisto di beni immobili – Tasse, tassa di proprietà ecc. per casa, appartamento e terreno

USA – Quali tasse si devono pagare quando si compra una casa negli USA? Di seguito troverete una lista di tutti i tipi di tasse che dovete pagare, quanto sono, dove potete leggere di più su di esse e a cosa servono. Tutto quello che c’è da sapere sulle tasse relative all’acquisto di una proprietà, che sia la vostra casa o una casa di vacanza. Rispondiamo alle domande: cosa sono le “tasse di trasferimento”? Quanto costa la tassa di proprietà quando si acquista un immobile? Ecco le risposte.

Quali tasse si devono pagare quando si compra una casa negli Stati Uniti?

Comprare una casa è un investimento enorme e la maggior parte delle persone sono sorprese dai molti costi aggiuntivi. Per capire tutti i costi extra che vengono con l’acquisto di una casa, è necessario capire le tasse. Questo significa che i tre tipi di tasse elencati di seguito sono tutti costi necessari che dovete pagare al governo nella zona della casa che state comprando.

Anticipi per le tasse

Quando si compra una casa negli Stati Uniti, di solito si devono pagare 6 mesi di tasse di proprietà in anticipo quando si compra. Questo significa sei mesi di tassa di proprietà, chiamata pro rata. Tuttavia, ci sono solo tre tasse quando si acquista la proprietà. Questo lo rende abbastanza facile da capire. La tassa di proprietà è la tassa che un individuo deve pagare annualmente per possedere una proprietà, la tassa sul trasferimento di proprietà è la tassa sull’acquisto della casa, e la tassa di registrazione dell’ipoteca (dove esiste) è la tassa sulla registrazione dell’ipoteca. Molte di queste tasse possono essere dedotte dal vostro foglio di imposta federale.

Si deve pagare l’imposta sulle vendite?

No. Nella legge federale, i beni immobili, come case, proprietà o terreni, non sono soggetti alla “sales tax”. Anche se in alcuni stati c’è un’imposta sulle vendite su oggetti che possono essere interpretati come una casa (per esempio una casa mobile).

FIV | Magazine

New Issue! #26 with San Diego Pooth - Newcomer now in Tampa / USA FIV Magazine: All Covers

Tasse che devi sapere

Queste sono le tasse che dovete conoscere quando pagate la vostra casa. Il modo in cui ciascuna di queste tasse viene calcolata dipende dalla città, dalla contea e dallo stato in cui la proprietà viene acquistata. Le tre tasse rilevanti che si applicano quando si acquista una casa sono la tassa di proprietà, la tassa di trasferimento e la tassa di registrazione del mutuo. Non tutti esistono in tutti gli stati, e ci sono molte sottigliezze da considerare.

Tasse sugli immobili (= Tasse sulla proprietà)

Tra i molti tipi di tasse negli Stati Uniti, l’imposta sulla proprietà è una delle più incomprese. È una tassa pagata annualmente sulla proprietà di beni o altri oggetti. Tuttavia, è una parte essenziale della bolletta fiscale e capire come funziona è un must per qualsiasi proprietario o per chiunque sia interessato ad acquistare una proprietà. Quindi qui rispondiamo alle domande: cosa sono le tasse di proprietà? Quali sono le voci che vengono tassate nelle tasse di proprietà? In quale stato paga molte tasse di proprietà?

Le tasse di proprietà sono tasse ad valorem che si pagano per possedere una proprietà. Di solito, questa proprietà consiste in terreni e in tutto ciò che è permanentemente attaccato, come gli immobili, ma anche strade, moli, piscine, ecc. In alcuni stati, l’imposta sulla proprietà include anche oggetti come le barche. Quando si compra una casa, questi devono essere pagati in anticipo e poi recuperati dal venditore. L’imposta sulla proprietà è di solito un tasso moltiplicato per il valore valutato della proprietà. Questo valore è stimato da un perito e tiene conto della posizione, dell’età, ecc.

Tassa media sulla proprietà negli Stati Uniti: 1,11%

Le tasse sulla proprietà, come altre tasse, vengono riscosse una volta all’anno per i cittadini statunitensi il 15 aprile.

Quali proprietà sono tassate sotto le tasse di proprietà?

Le tasse di proprietà sono spesso confuse con una tassa sulla proprietà terriera. Tuttavia, questo è un errore. La maggior parte delle tasse di proprietà sono imposte sui beni immobili perché questa è la proprietà più costosa che la maggior parte delle persone possiede. Tuttavia, le tasse di proprietà possono essere riscosse anche su aerei, computer, mobili, ecc. Inoltre, le tasse sulla proprietà non riguardano solo la casa o l’edificio in sé, ma anche il terreno e qualsiasi altra proprietà che sia permanentemente attaccata. Questo significa che i moli, per esempio, sono anche tassati nelle Tasse sulla proprietà.

Quant’è la tassa di proprietà?

Le tasse sulla proprietà sono considerate tasse ad valorem, il che significa che si basano sul valore monetario che si stima essere attaccato a un oggetto, terreno, proprietà, ecc. La base per il calcolo è il perito immobiliare. Questo si basa sulla stima di quanto costerebbe acquistare quell’oggetto in quell’anno, che si basa sul valore di mercato, la posizione, le condizioni, la zona, ecc.

Di solito c’è un’aliquota fiscale per il luogo specifico, che è influenzato dalle leggi locali, statali e federali. Questa aliquota fiscale viene moltiplicata per il costo o il valore stimato della proprietà. Per esempio, in California, dove l’aliquota dell’imposta sulla proprietà è dello 0,77%, se si paga per una proprietà valutata a 100.000 dollari, si pagherà 770 dollari all’autorità fiscale.

Tasse di trasferimento (=Tasse di trasferimento)

Le tasse di trasferimento sono tasse di trasferimento della proprietà. Cioè, una tassa pagata sul trasferimento del titolo di proprietà di un immobile dal venditore all’acquirente. Rientra nella categoria delle tasse ad valorem. Le tasse sul trasferimento di terreni sono di solito basate sul costo della proprietà quando viene venduta. In altre parole, sono una tassa sulla vendita della casa. Alcuni stati li descrivono come una tassa per il lavoro necessario per completare la documentazione della nuova proprietà.

Tassa media di trasferimento USA: 0,6%

Queste sono spesso percepite come una delle tasse più complicate perché l’aliquota varia non solo da stato a stato, ma anche da contea a contea e da città a città. Per esempio, a New York ci sono le tasse di trasferimento dello Stato di New York (0,4%), della città di New York (1,4%), di Mansion (1%, solo se si compra una casa > 1 milione di dollari). Questo significa che se si compra una casa per 1 milione di dollari, c’è un totale di 28.250 dollari.

In breve, queste tasse richiedono agli acquirenti di case negli Stati Uniti di pagare una certa somma all’IRS quando acquistano una proprietà o un terreno. Ci sono molti dettagli perché ogni stato ha strutture fiscali uniche, alcuni non hanno tasse di trasferimento, ecc. Qui sotto c’è un breve riassunto di tutto quello che c’è da sapere sulle tasse di trasferimento del terreno.

La vostra città, contea o stato possono imporre una tassa di trasferimento, che è una tassa di transazione sulla vendita di qualsiasi proprietà. A seconda del luogo, il venditore o l’acquirente possono essere responsabili di questo pagamento. La tariffa varia a seconda della località. Negli Stati Uniti, questa variazione si verifica tra gli stati, tra i tipi di proprietà e attraverso i confini di contea e comunali.

Le tasse di trasferimento sono controverse, con molti che le sostengono come un modo efficace per aumentare le entrate del governo per importi infrequenti e relativamente piccoli. Sono criticati perché sono regressivi (cioè gravano in modo sproporzionato sulle famiglie a basso reddito), perché sono imprevedibili e difficili da capire, tra le altre ragioni. La National Association of Realtors ha ufficialmente preso posizione contro questa tassa.

Chi paga la tassa sul passaggio di proprietà negli Stati Uniti?

Nella maggior parte dei casi, è consuetudine che sia il venditore a pagare la tassa di trasferimento del terreno. Tuttavia, questa cifra diventa spesso parte del processo di negoziazione. Inoltre, poiché non c’è una legge che stabilisce che il venditore deve pagare la tassa, questa cifra è variabile. Se il venditore è esentato dal pagamento di una tassa di trasferimento di terra, l’acquirente è costretto a pagarla. A volte, come a Washington DC, la tassa è divisa 50/50 tra il venditore e l’acquirente.

Quando non si deve pagare la tassa di trasferimento?

Non deve pagare la tassa di trasferimento se…

  • Trasferimenti a figli e nipoti
  • Trasferimenti sulla base di un divorzio legittimo
  • Trasferimenti ai cointestatari dopo la morte di una delle parti
  • Trasferimenti di lotti cimiteriali

Tassa di registrazione ipotecaria (= Tasse ipotecarie)

Ci sono alcune tasse importanti da considerare prima di comprare una casa. Questa tassa, conosciuta anche come tassa di registrazione delle ipoteche, tassa di registrazione delle ipoteche o tassa di bollo dei documenti, è una di quelle tasse subdole. Un agente immobiliare è spesso incaricato di prendere in considerazione queste tasse, ma è importante che ogni acquirente di casa sia consapevole delle tasse coinvolte nell’acquisto di una casa. Si noti che la Mortgage Tax spesso rientra nella stessa categoria della Transfer Tax, ma non è identica ad essa.

Questa tassa si basa sull’ammontare del debito garantito dall’ottenimento di beni immobili. È una tassa valutata dallo Stato e pagata nei luoghi in cui l’ipoteca è documentata e registrata. Se l’acquirente vuole un mutuo, paga le tasse di registrazione del mutuo. In Minnesota, ci può essere una tassa aggiuntiva come una “Environmental Response Fund Tax”. I 7 stati che richiedono una tassa sui mutui sono Alabama, Florida, Kansas, Minnesota, New York, Oklahoma e Tennessee.

Tassa media di registrazione delle ipoteche negli Stati Uniti: 0,2%-,4%

Come si calcola la tassa ipotecaria?

Ogni stato ha una tassa sulle ipoteche. Il tasso d’interesse ipotecario si calcola facilmente moltiplicando il tasso d’interesse nella località in cui si trova la proprietà (assicuratevi di seguire i regolamenti dello stato e della contea!) per l’importo incluso nel mutuo. Assicuratevi anche che le tasse ipotecarie siano arrotondate per eccesso.

Nello Stato di New York, per esempio, c’è una tassa sui mutui dell’1,05%. Questo significa che prendere un mutuo a New York con un tasso d’interesse dell’1,05% e un mutuo di 500.000 dollari costa 7.500 dollari.

Imposta ipotecaria = Tasso d’imposta ipotecaria x Importo totale dell’ipoteca

È possibile ridurre la tassa ipotecaria con il ‘Trasferimento d’incarico’. In breve, il mutuatario trasferisce la cessione dell’ipoteca a una nuova società, per cui l’imposta originale viene trasferita e quindi non deve essere pagata.

New York – Imposta sui mutui

  • Nome: Tassa ipotecaria
  • Tasso: 1,05%
  • Esenzione: possibilità di 30 dollari se “la proprietà in questione è o sarà migliorata da un’abitazione mono o bifamiliare”.

Spese aggiuntive quando si compra una casa?

Tutti sanno che quando si compra la casa, si pagano soldi a un altro proprietario di casa come parte degli interessi del mutuo per molto tempo. Probabilmente sapete anche che ci sono alcune tasse che dovete pagare a un agente immobiliare se ne avete assunto uno. Tuttavia, ci sono molte tasse aggiuntive che ci si può aspettare di pagare oltre a questo. In generale, si può stimare approssimativamente che questi costi sono di solito tra il 3 e il 6 per cento del prezzo totale di acquisto della casa.

Alla gente piace riferirsi a tutti questi costi come costi di chiusura, ma in senso stretto, i costi di chiusura sono tutti i costi sostenuti in un punto di vendita di una proprietà che non fanno parte del valore di base della proprietà. Tuttavia, questo non include, per esempio, l’arredamento o l’assicurazione del mutuo. Questo include tutti i costi di chiusura aggiuntivi così come le spese aggiuntive che si possono sostenere quando si acquista una proprietà.

Tutte le tasse – Elenco

Di seguito evidenziamo quali sono le tasse che un acquirente deve pagare, chi le paga e perché vengono pagate. Qui elenchiamo i più importanti:

Soldi seri

La prima spesa che si sostiene quando si compra una casa si chiama “earnest money”. Si tratta di una forma di acconto, un deposito fatto da un potenziale acquirente che dimostra la serietà delle sue intenzioni di comprare. Di solito viene pagato a un broker o agente e tenuto in garanzia fino a quando l’acquisto è completato. In seguito, viene utilizzato per pagare l’acconto o i costi di chiusura.

Cioè, a meno che l’affare non fallisca e si determini che è un vostro fallimento. Se non lo è, e l’affare fallisce per ragioni al di fuori del controllo dell’acquirente, il denaro viene rimborsato all’acquirente. I tipici depositi di “earnest money” negli Stati Uniti sono tra i 500 e i 2.000 dollari.

Tra $500 e $2.000

Deposito

Tutti hanno sentito parlare di acconti ed è importante capirli. Un acconto è una parte del prezzo totale della casa che si paga al punto di vendita. Poiché la maggior parte delle persone non può pagare l’intero importo della proprietà al punto di vendita. Di solito funziona così: Un individuo paga un deposito al venditore di un immobile. Un’istituzione finanziaria, come una banca, paga il saldo al venditore e riceve i pagamenti programmati dall’acquirente. Questi pagamenti programmati fanno parte di un mutuo, più su questo nel nostro articolo

Quanto costa un deposito?

Negli Stati Uniti, i tassi variano, ma il tasso tipico è del 20%, con il 5% o meno che è raro ma ancora possibile. Più alta è la percentuale, meno l’individuo prenderà tipicamente in prestito dalla banca e quindi più basso sarà l’interesse sul denaro necessario per ripagarlo. Inoltre, più si paga, minore è l’importo su cui si applica l’interesse. Per esempio, se il tasso d’interesse è del 20%, pagherete meno se è il 20% di 200.000 dollari che se è il 20% di 800.000 dollari.

Assicurazione ipotecaria

L’assicurazione ipotecaria, da non confondere con la tassa ipotecaria, è l’assicurazione che si può pagare il mutuo. Di solito è richiesto solo se si fa un acconto inferiore al 20% del prezzo di acquisto originale. Chiamato anche assicurazione ipotecaria privata o premio di assicurazione ipotecaria (lo stesso, ma se si ottiene un mutuo attraverso la Federal Housing Agency). Inoltre, coloro che ottengono un prestito attraverso il Dipartimento degli Affari dei Veterani non devono pagare alcuna assicurazione sul mutuo.

Quanto costa l’assicurazione del mutuo?

I tassi di assicurazione ipotecaria sono di solito tra lo 0,55% e il 2,25%. Questa percentuale è calcolata in proporzione al suo prestito. Per esempio, un prestito di 2 milioni con un tasso di assicurazione ipotecaria del 2% è di 40.000 dollari. Inoltre, questi sono di solito pagati annualmente.

Arredamento – criticamente sottovalutato

In effetti, sistemare i mobili è una parte spesso sottovalutata dell’acquisto di una nuova casa. Anche se questo è irrilevante per coloro che vogliono solo spalmare gli investimenti, può essere una quantità significativa di denaro per i proprietari di casa. Il costo del trasloco in una nuova casa può arrivare in media a 35.000 dollari. I costi di trasloco si aggirano in media tra i 1.100 e i 5.630 dollari per il proprietario medio di una casa, e per quelli che comprano proprietà milionarie, questa somma è molto più alta. Questo include un’accurata pulizia professionale della nuova casa, l’assunzione di traslocatori, che può costare fino a 50 dollari/ora, per un totale di migliaia di dollari. Poi spostando forniture come coperte o vernice per dipingere le pareti, e assumendo pittori. La lista continua.

Per gli investitori immobiliari che vogliono affittare la loro proprietà, ci si devono aspettare costi ancora più alti. Con somme di 10.000 dollari previste per una casa non ammobiliata, gli acquirenti di case spesso non ne tengono conto nei loro costi previsti.

Punti di sconto

I punti di sconto sono anche chiamati punti ipotecari, punti anticipati o semplicemente punti. Questi non sono obbligatori ma, se pagati, offrono vantaggi significativi, poiché non c’è un basso tasso di interesse sul prestito. L’acquirente paga una certa somma al venditore, che poi permette all’acquirente di abbassare il tasso d’interesse del suo mutuo. Questi possono essere usati in modo simile per i prestiti convenzionali o governativi. Se investite in un punto di sconto, potete abbassare il vostro tasso di interesse dell’1%.

1 punto di sconto = 1% di interesse in meno

Quando si possono acquistare punti di sconto

È vantaggioso per un acquirente investire in punti di sconto se si applicano due fattori:

L’acquirente intende possedere la proprietà per un lungo periodo, il che significa che l’interesse è pagato per un lungo periodo. Un punto di sconto significherebbe quindi che i dollari del leasing sono pagati ogni mese, e per molti anni questo varrebbe la pena.
Se avete intenzione di pagare il vostro Mortgaeg nel periodo di tempo stabilito o più a lungo. Per le persone che intendono pagare un mutuo di 10 anni in 5 anni, per esempio, un punto di sconto sarebbe utile.

Tassa di deposito

Questa è una tassa pagata alla società di titoli, alla società di deposito, all’avvocato, ecc. che ha aiutato l’acquirente a chiudere la vendita. Come la maggior parte delle altre spese di chiusura, questa è una percentuale del prezzo di vendita. Spesso il valore di questo è diviso tra l’acquirente e il venditore.

Questa tassa va all’escrow agent che vi aiuta a chiudere. Può variare a seconda del prezzo di acquisto della casa, ma viene pagato alla parte che gestisce la chiusura: la società di titoli, la società di escrow o un avvocato, a seconda della legge statale.

Tassa per la ricerca del titolo

La tassa di ricerca del titolo è un altro costo di chiusura. Paga il lavoro che la società di titoli di proprietà (un’organizzazione solitamente assunta dall’acquirente) fa per assicurare che non ci siano problemi di proprietà o controversie nel passato. Questo è un aspetto dei costi di chiusura in cui è abbastanza facile ridurre i costi investendo tempo per identificare aziende di alta qualità e a basso costo.

Onorari per indagini / perizie

Avrete bisogno di un sondaggio ufficiale e registrato e di una valutazione di una proprietà per il prestatore. Se non è possibile ottenere una perizia esistente della proprietà che si desidera acquistare, sarà necessario effettuare una nuova perizia per determinare i confini esatti della proprietà. Questo di solito costa circa 500 dollari. Per la valutazione, si paga un perito certificato per determinare il valore della casa. La maggior parte dei prestatori lo richiede, questo di solito costa tra i 300 e i 400 dollari.

Tassa sulla proprietà

Le tasse di proprietà devono essere pagate pro rata al punto di vendita. Questo significa che sono inclusi nei costi di chiusura. Per una panoramica completa di queste e altre tasse, come la tassa notarile (chiamata anche tassa notarile o tassa di certificazione), vedere l’articolo completo

Tassa d’iscrizione/prestito Tassa d’iscrizione

Questa tassa fa parte dei costi di chiusura del mutuo e copre i costi amministrativi dell’elaborazione di un prestito ed è di solito l’1% dell’importo del prestito. Alcuni prestatori non addebitano questa tassa ma hanno invece un tasso d’interesse più alto. È importante sapere che queste tasse possono spesso essere elencate nel vostro estratto conto finale.

Assicurazione dei proprietari di casa

Proprio come per le tasse di proprietà, dovete pagare una quota proporzionale dell’assicurazione del proprietario di casa quando comprate una casa. Questo significa che dovete pagare in anticipo per un certo periodo. Questo periodo è di solito un anno. Come si paga il premio di assicurazione, il costo dipende dall’assicurazione della casa

Spese legali

Questi non saranno necessari ovunque o per ogni acquisto. Alcuni stati richiedono un avvocato per supervisionare l’acquisto della casa, e in alcune situazioni l’acquirente può volere un avvocato per altre ragioni. Questi avvocati, ovviamente, prenderanno delle parcelle, e se state comprando una proprietà, dovrete pagarli.

Assicurazione del titolo

L’assicurazione del titolo è progettata per proteggere sia il prestatore che l’acquirente dai reclami. Questi reclami possono essere contro la casa nel caso del prestatore e contro gli appaltatori precedenti che fanno reclami nel caso dell’acquirente.

Assicurazione del titolo del prestatore

L’assicurazione del titolo di credito è una tassa una tantum pagata al momento della chiusura. Viene pagato alla società di titoli per proteggerli nel caso di una controversia sul titolo, come ad esempio se sorge un pegno che non è stato identificato durante la ricerca del titolo. Questa tassa è di solito tra lo 0,5 e l’1% dell’importo del prestito.

Garanzia di titolo

Questa è una tassa opzionale. Anche se potreste pentirvene molto se qualcuno mette in dubbio la proprietà. Pertanto, anche se non è obbligatorio, viene fatto da quasi tutti ed è altamente raccomandato in ogni caso.

Commissioni di intermediazione

Le commissioni di intermediazione sono probabilmente la prima cosa a cui la gente pensa quando pensa ai costi di chiusura. Queste sono anche chiamate commissioni di broker o commissioni immobiliari. Questi sono spesso pagati dal venditore, ma di solito sono anche parte della trattativa e quindi sono anche pagati dall’acquirente in qualche modo. Queste sono le tasse pagate agli agenti di un acquisto immobiliare. Questi agenti sono di solito l’agente immobiliare (cioè l’agente del venditore che offre la proprietà) e l’agente dell’acquirente (che trova, organizza ecc. la proprietà per l’acquirente). La tassa è di solito tra il 5-6% del prezzo di acquisto, il che significa un costo aggiuntivo fino a 60.000 dollari se state comprando una proprietà del valore di 1 milione di dollari.

Tax Relief Real Estate USA – Risparmio di denaro semplicemente spiegato

USA – Credito ipotecario? Tasse sulla proprietà? Qui spieghiamo tutti i termini importanti sul risparmio delle tasse negli Stati Uniti. Potete fare soldi scegliendo alcuni degli infiniti modi per risparmiare sulle vostre tasse. Ecco una semplice guida su come ridurre l’importo che pagate sulla vostra proprietà o beni negli Stati Uniti. Dai crediti d’imposta alle detrazioni. Qui di seguito c’è una semplice panoramica di ciò che va nella vostra fattura fiscale e come potete ridurre le tasse che pagate.

Risparmiare le tasse sugli immobili

Molte persone spendono troppo per le loro tasse di proprietà. Non è difficile ridurre il vostro carico fiscale. A meno che non abbiate intenzione di trasferirvi all’estero in un paradiso fiscale e non pagare alcuna tassa, è fondamentale capire gli incentivi fiscali negli Stati Uniti. Ci sono molte deduzioni fiscali che potete applicare e che ridurranno la perdita finanziaria sulla vostra fattura fiscale. La proprietà immobiliare negli Stati Uniti è sostenuta dal governo ed è quindi incentivata dalle tasse. Assicuratevi di leggere la stampa fine, tuttavia, poiché ogni stato ha le proprie strutture e sistemi fiscali. In generale, si applicano le seguenti regole.

Credito d’imposta, detrazione fiscale? Cosa significa?

È importante distinguere tra crediti e deduzioni fiscali e tra crediti fiscali non rimborsabili e rimborsabili.

Quando si investe, si pagano meno tasse, che si chiamano crediti d’imposta. I crediti d’imposta rimborsabili sono soldi a cui hai diritto indipendentemente dalla tua fattura fiscale, cioè se ricevi un credito d’imposta rimborsabile di 8.000 dollari e hai solo una fattura fiscale di 5.000 dollari, riceverai 3.000 dollari. Un credito d’imposta non rimborsabile riduce solo l’importo che devi pagare in tasse, quindi non hai diritto ai 3.000 dollari extra.

Crediti d’imposta: ricezione di denaro a causa di investimenti

Una detrazione fiscale, d’altra parte, si riferisce al reddito su cui si devono pagare le tasse. Per esempio, se il vostro reddito è di 100.000 dollari ma ricevete una deduzione fiscale di 20.000 dollari, il reddito su cui dovete pagare le tasse è aumentato a 80.000 dollari.

Deduzione fiscale: riduzione dell’importo del reddito che viene tassato

Suggerimento n. 1 per l’imposta sugli immobili: rivalutare la tua proprietà

La maggior parte delle tasse che pagherete sulla vostra proprietà negli Stati Uniti sono tasse di proprietà. Le tasse di proprietà sono tassi fissi imposti sul valore stimato della vostra casa o proprietà. Questo valore dipende spesso dal prezzo di acquisto, ma di solito questo prezzo viene aumentato del 2% dalle autorità della contea per tenere conto dell’inflazione. In alcuni casi, per esempio dopo ristrutturazioni o disastri naturali, il valore può essere rivalutato da un perito. È quindi possibile fare appello contro la valutazione di un perito.

“Mutuo” – deduzioni o crediti?

Se investite in una casa, probabilmente prenderete un’ipoteca. In breve, un mutuo è un prestito “garantito” in cui si offre la propria proprietà come garanzia nel caso in cui non si è in grado di rimborsare il denaro preso in prestito.

Credito ipotecario

Il governo intende sostenere coloro che hanno bisogno di rimborsare i prestiti. Per questo motivo, quando si paga un mutuo, si può avere diritto a un credito d’imposta in proporzione all’importo che si paga sul mutuo (leggi ‘Credito ipotecario’). Lei fa domanda per quello che si chiama un certificato di credito ipotecario. Un certificato di credito ipotecario è un documento che prova che lei sta pagando il mutuo e che ha diritto a questo credito d’imposta. Il credito è limitato a 2.000 dollari.

Deduzione degli interessi ipotecari

Da non confondere con il suo fratello, il credito ipotecario, questa deduzione fiscale si basa sull’interesse che pagate su un prestito garantito dalla vostra prima o seconda casa. Per qualificarsi, devi avere un’ipoteca qualificante (cioè che soddisfi certi requisiti, per esempio capacità di ripagare, nessun x% di sovraindebitamento, etc.) su una casa di tua proprietà. La maggior parte delle persone possono dedurre il 100% degli interessi che pagano sul loro mutuo, fino a 750.000 dollari. Per richiedere questa deduzione, è necessario compilare il modulo 1040 sul sito web dell’IRS(download).

Deduzione dell’imposta statale e locale sulla proprietà (SALT)

È possibile includere le tasse statali e locali nella vostra fattura fiscale federale. Questo significa che potete dedurre le tasse di proprietà delle vostre tasse statali, di contea e comunali dalla vostra fattura fiscale federale. La deduzione a voce per le tasse statali e locali pagate è limitata a 10.000 dollari per dichiarazione dei redditi per i contribuenti single, capofamiglia e sposati che presentano una dichiarazione congiunta. Per i contribuenti sposati che archiviano separatamente, il limite è di 5.000 dollari, indipendentemente dal fatto che si paghi direttamente o attraverso un conto fiduciario.

  • Limite di 10.000 dollari per i singoli partecipanti
  • Limite di 5.000 dollari ciascuno per chi è sposato

Sgravi fiscali locali

Come menzionato prima, a causa dei complicati sistemi fiscali negli Stati Uniti con strutture fiscali individualizzate per i singoli stati, contee e comuni, è probabile che tu abbia diritto a molte più agevolazioni fiscali. Per esempio, in California, le agevolazioni fiscali locali sono incluse su una proprietà se è la vostra residenza primaria, per i veterani, gli anziani, ecc. Un altro esempio è il beneficio di homestead, dove alcuni stati riducono la parte tassabile del valore della vostra proprietà se è la vostra residenza primaria.

Tasse sugli immobili – Come risparmiare

Come proprietario di una casa o investitore immobiliare, risparmiare denaro sulla bolletta fiscale è il primo modo per tagliare i costi. Ci sono pochi modi più facili per fare soldi o ridurre i costi che riceverli semplicemente dalle istituzioni a cui si pagano le bollette. Che si tratti di ricevere denaro direttamente dal governo o semplicemente di pagare meno, è una parte importante dell’essere un investitore e un proprietario di casa consapevole.