The Fabricant: VR Mode – Eco-friendly, modelli virtuali al posto dello sforzo “reale

The Fabricant – spot pubblicitari, film di moda, tutto senza toccare un indumento. Nessun team di foto o video deve volare dall’altra parte del mondo. Tutto ciò che viene consumato sono i dati. Come gli avatar virtuali, non ci sono limiti alla creatività. C’è stata molta strada dal 2016 ad oggi. Ma ora lei produce i nuovi keylook per marchi di moda come Puma e Napapijri. Come rivista di moda, scriviamo davvero – volentieri e molto! Ma a volte le immagini e i video dicono più di mille parole. È lo stesso per“The Fabricant“.

Il Fabricant?

Ieri ho parlato con un direttore creativo di una grande marca di scarpe da ginnastica. Ho parlato brevemente dell’intervista che abbiamo appena fatto sul tema della VR(Virtual Avatars: Creator Interview). La stessa sera c’erano gli About You Awards. Sul tappeto rosso: Bill Kaulitz e Noonoouri, uno degli influencer virtuali di maggior successo.

Questo ci ha portato a nuove tendenze e hypes. Lui (Creative Arts, marchio di scarpe da ginnastica) mi ha fatto conoscere questa azienda olandese:

Il Fabbricante

I creatori su se stessi

La loro missione è quella di “guidare l’industria della moda verso un nuovo settore”. Così facendo, si concentrano sull’abbigliamento puro e digitale. Una moda che non spreca altro che dati e usa l’immaginazione invece di risorse costose.

FIV | Magazine

New Issue! #26 with San Diego Pooth - Newcomer now in Tampa / USA FIV Magazine: All Covers

Attraverso questo abbigliamento digitale, The Fabricant dice di tornare al cuore di ciò che la moda è sempre stata e di ciò che dovrebbe essere:

“Un’arena giocosa per esplorare ed esprimere le nostre identità e individualità”.

Il futuro della moda è “collaborativo, creativo, inclusivo e sostenibile”. Nella moda digitale pura, le persone non sono consumatori passivi, ma attori creativi che danno forma alla loro auto-espressione e curano la loro identità virtuale attraverso l’abbigliamento digitale, senza l’impronta negativa”.

Ora manca solo l’app giusta per creare i propri avatar virtuali.

Anni di sviluppo

I primi pezzi di moda sono stati animati già nel 2016.

Moda virtuale: la lunga strada (2016) – Video

Puma FW21 / The Fabricant – Video

Oggi lavorano con marchi come Puma su nuove idee per il mondo della moda. Collezione Puma x CSM FW21 in collaborazione con The Fabricant. Il video sarebbe estremamente difficile da produrre senza la VR. Così nessun indumento sarebbe stato toccato e nessuna squadra video avrebbe dovuto volare intorno al mondo.

Napapijri SS21 / The Fabricant – Video

Qualcosa di nuovo è stato creato anche con Napapijri. Anche il marchio italiano di streetwear Napapijri ha voluto creare un video puramente digitale del marchio. In questo modo, gli acquirenti nei negozi sono ispirati durante il discorso dei saldi. “The Fabricant” ha digitalizzato diversi look chiave e singoli capi per una varietà di canali.

Kerry Murphy di The Fabricant: Fashiontech

Kerry Murphy di “The Fabricant” parla di moda digitale per identità virtuali durante #FASHIONTECH Berlin, già a luglio 2019, al Festsaal Kreuzberg.

Il mondo reale e quello virtuale si fondono sempre di più, come qui al making-of del primo servizio fotografico di Shudu, ora una delle più grandi modelle virtuali.