Shudu Gram: Supermodella & virtuale Instagramstar

Nel mondo della moda, i cambiamenti stanno diventando visibili. Nell’era del progresso tecnologico e di Photoshop, i modelli reali competono improvvisamente con le bellezze virtuali. I modelli digitali e gli influencer hanno un vantaggio decisivo: sono perfetti, possono indossare tutto, fare quello che chiede il cliente e non rispondere. Certo, non è così semplice, perché dietro un personaggio virtuale c’è molto lavoro, molti costi e una vita. Gli inventori della nuova generazione di modelli danno loro una vita, un passato e un futuro. Shudu Gram è uno di loro. L’Africana è la prima top model virtuale che è già stata assunta da grandi etichette come Balmain o Ellesse.

Shudu: La prima top model digitale

Shudu, conosciuta come una delle più belle modelle di Instagram, è stata creata in risposta alla monotonia del business dei modelli. Nel 2017, il fotografo britannico Cameron Wilson ha infranto le regole tradizionali dell’industria della moda con la sua invenzione e, ispirato da Naomi Campbell, Iman e Alek Wek, ha creato una bellezza nera. Più che altro una Barbie sudafricana. Shudu ha la pelle senza martello, una figura da sogno e soddisfa tutti i criteri delle top model. La top model conta oggi oltre 206.000 abbonati, tra cui marchi e aziende note come Vogue, Balmain, Ellesse e molte altre. All’inizio, Shudu era un esperimento, un’innovazione per la quale il mondo forse non era pronto, perché anche se la sua popolarità cresceva, la gente credeva nella sua esistenza fisica. Wilson si sentì confermato nel suo lavoro e iniziò a commercializzare la sua creazione. Prima che il britannico rivelasse al mondo che Shudu esisteva solo in formato digitale, un’etichetta gli inviò una maglietta da indossare e commercializzare. Ma come si mette una camicia reale su un personaggio virtuale? È molto semplice: si ricrea il capo al computer e lo si mette sul modello. Naturalmente Wilson era ora costretto a spiegare l’esistenza virtuale di Shudu al cliente e al mondo.

Shudu Gram: Dati chiave

  • Shudu Gram: Dati chiave
  • La prima top model virtuale
  • Mese di nascita: fine aprile 2017
  • Origine: Africa
  • Inventore: Camaron Wilson
  • 206.000 abbonati
  • Shudu Gram Instagram

Meet Shudu Gram – World´s first digital supermodel

Shudu sul tappeto rosso degli Academy Awards

Il personaggio di Shudu Gram diventa sempre più popolare nel tempo, tanto che anche i grandi marchi stanno prendendo coscienza della donna africana. Ma l’inventore Cameron Wilson fa un passo avanti. Invece di limitare la presenza di Shudu ai social media, la invia ai British Academy Film Awards. Un personaggio virtuale concepito al computer è quello di camminare sul tappeto rosso nella vita reale? Impossibile. Ma è esattamente quello che è successo. Senza ulteriori indugi, Wilson ha creato un fedele ologramma originale del modello e l’ha lasciata interagire con gli altri Start.

Riferimenti

  • Riferimenti
  • Oscar de la Renta – Linea gioielli
  • Campagna Pat McGrath Cosmetics
  • Fenty Beauty di Rihanna – Lip Gloss Mattemoiselle
  • Copertina per Harpers Bazaar Arabia, vestito in Lavie CK
  • Nelly.com
  • Campagna Ellesse
  • Swarovski
  • Balmain
  • Tiffany & Co.
  • Vogue

Shudu per Balmain: L’Esercito Virtuale

Shudu Gram è una vera star su Instagram. Anche il marchio di moda Balmain lo riconosce e lancia la campagna pre-caso nel 2018 con lei e altri due modelli virtuali, sempre dalla mano del designer britannico Cameron Wilson. Le icone virtuali dell’esercito Balmain dovrebbero riflettere la bellezza, lo stile rock, la fiducia in se stessi e la potenza del marchio. Normalmente il marchio lavora con modelli di punta come Gigi Hadid o Kendall Jenner, ma ora il direttore creativo Olivier Rousteing sta dando il benservito all’industria della moda tradizionale e creando il Virtual Army. Un trio modello composto da Shudu, Zhi e Margot.

Il mercato della moda è molto tradizionale, quindi le mie idee sono interessanti per marchi come Balmain“, dice Wilson. (Fonte: Handelsblatt)

Che cosa fa una top model?

Supermodelle come Eva Herzigová o Kate Moss soddisfano i cliché (esterni) di una modella sotto ogni aspetto. Le misure perfette, pelle pura e capelli pieni. Ma la top model, così com’era una volta, non esiste più. Sono cambiate le esigenze della modella, il suo aspetto, in generale il suo modo di agire nel mondo. Herzigová fa anche un passo avanti e definisce l’attivista Greta Thunberg una top model. Lo stato di un modello e la sua definizione sono ad un punto di svolta. Una modella non è più solo una tela bianca, ma una persona con una voce.

“I modelli oggi ricevono più attenzione per quello che sono – e per quello che dicono”, ha detto Eva Herzigová (fonte: Süddeutsche Zeitung)

Influenzatore virtuale: Il futuro di domani?

Lil Miquela, Zoe, Ella, Bermuda, Daisy Page, Shudo. Cos’hanno in comune queste sei persone? Sono influenti e modelli di successo su Instagram and Co. Sono considerati la nuova scoperta dei social media. Ma cosa li rende così speciali? Non sono vivi. Le creature di pixel esistono solo online e quindi ingannano alcune persone. Il loro aspetto sembra così reale che anche i grandi marchi della moda prenotano gli influencer per le riprese e le sfilate.

La tendenza degli influenzatori virtuali è un fenomeno del XXI secolo. Dopo Facebook e Instagram sono arrivati i blogger, persone reali che sfruttano le piattaforme a loro vantaggio e intrattengono i loro fan su vari argomenti. Al più tardi dall’avvento della fotografia digitale e di Photoshop, la differenza tra reale e falso non è più visibile. Il vantaggio di un personaggio virtuale: può essere tutto e molto veloce! Gli sviluppatori dietro le virtuali creano una risposta a una domanda importante. In un elaborato lavoro in miniatura si inventa una storia sulla persona, si coltivano i tratti del carattere e pixel per pixel si creano nuove possibilità di marketing. In questo modo si aprono nuove opportunità per il mondo della moda.

  •  Per saperne di più su Heidi e Co. La lega delle supermodelle.
  • Cosa rende Bella, Gigi, Taylor e Haily così speciali? Scopritelo nell’articolo sui modelli Millenia.
  • Lil Miquela and Co.: modelli digitali e influenzatori. Leggi qui.

Controverso e pericoloso

Se le persone sono già in grado di progettare persone virtuali che non sono nemmeno coscienti della loro finzione, dove sono i limiti e questo cambiamento influenza il mondo modello tradizionale, già criticamente vistoso? Le modelle digitali esordienti sono un concorrente delle vere top model degli anni ’90, come Naomi Campbell o Heidi Klum, così come le modelle alla moda del XXI secolo, Gigi Hadid o Haily Bieber? Ma lo sforzo di un modello virtuale non va sottovalutato. Perché dietro l’aspetto perfetto e la vita senza segni ci sono diverse ore di duro lavoro. Inoltre, gli influenzatori digitali non sono più economici di quelli reali del loro genere. Oltre ai costi di sviluppo, non bisogna dimenticare il team che sta dietro a tutti i passi di Shudu and Co. Italiani, specialisti del design, responsabili marketing e così via. Tuttavia, questo sviluppo non rappresenta una minaccia per la domanda di modelli reali, dice Cameron Wilson.

Influencer Marketing

La parola influencer non è una moderna invenzione del marketing, ma un modello di business che ha funzionato per migliaia di anni, conosciuto anche come “recommendation marketing”. Una raccomandazione significa che le persone (con influenza) hanno un effetto sugli altri formando opinioni positive. Le persone che ricevono la raccomandazione di solito vi si atterranno, una volta data la disponibilità all’acquisto.  L’obiettivo di un marketing di successo è quello di introdurre prodotti o servizi ad un gruppo target precedentemente determinato attraverso contenuti interessanti e creativi e di motivare il gruppo target ad agire.

Una panoramica dei vantaggi degli influencer virtuali

  • Vantaggi degli influenzatori virtuali a colpo d’occhio
  • Sono immortalati, la carriera potrebbe richiedere decenni, anche secoli
  • Le aziende possono costruire i propri modelli virtuali / influenzatori
  • Gestione dell’immagine del marchio
  • I messaggi che devono essere trasmessi al gruppo target possono essere controllati meglio
  • Aspetto e personalità possono essere adattati al settore specifico
  • Può essere montato qualsiasi sfondo
  • spazio di lavoro inesauribile
  • nessun clamore a breve termine – round di finanziamento a sette cifre nel Tech-Start-Up Brud ( Creator of Lil Miquela )
  • in futuro, un numero maggiore di figure artistiche dei più diversi settori industriali popolerà i social media

Prenotazione Virtuale Influencer

Gli influencer virtuali stanno diventando sempre più popolari e in pochi anni potrebbero conquistare l’intero mercato della moda. Ma dove vado come etichetta per prenotare un influencer digitale? Nel frattempo ci sono diverse agenzie specializzate in avatar virtuali e modelli o influencer.

Cocaine Models è la prima agenzia di modelli in Europa con influenze virtuali. Gli influenzatori digitali dell’anca come Ella e Zoe possono essere prenotati lì. Ella è il primo modello digitale dell’agenzia ed è ai blocchi di partenza di una carriera ambiziosa. Due bellezze l’hanno seguita: Zoe e Linda. Mentre Zoe sta già organizzando la sua prima sfilata di moda alla settimana della moda russa, Ella sta diventando una Instagram Influencrin alla moda.