Crazy Town Dublin – San Patrizio, Phoenix Park & 770 Pubs!

Dublino è la capitale della Repubblica d’Irlanda e la città più grande del paese. Situata sulla costa orientale, Dublino ha una superficie totale di 155 km² e occupa così circa lo 0,2% dei circa 70.300 km² dell’isola. Poco più di 550,00 persone vivono nella capitale, ossia poco meno del 12% della popolazione totale dell’Irlanda. Grazie alla sua vicinanza alla costa, il clima di Dublino è fortemente marittimo: gli inverni sono miti ed estati fresche, le temperature estreme sono l’eccezione assoluta. Come in tutta l’Irlanda, anche Dublino è soggetta a forti piogge – le giornate piovose sono in agosto, mentre tra marzo e aprile non piove quasi mai. La città stessa è divisa dal Liffey in una parte settentrionale e una parte meridionale, dove a sud vive soprattutto la popolazione un po’ più prospera della città. Insieme all’asse principale delle tre strade O’Connell Street, Grafton Street e Harcourt Street, la struttura della città è a forma di croce dalla vista a volo d’uccello. Ci sono molti grandi magazzini e molti altri pub a Dublino. Il famoso Trinity College – famoso in tutto il mondo per la sua vasta biblioteca – e l’urbano Saint Steven’s Green Park sono anche destinazioni popolari per grandi e piccini.

Overview

+ NEW: ZAMIRAA new selection w/ Armani, Dior, Cartier & Co.

+ AD: Do you know?

Scopri Dublino – volo in drone sotto il sole!

Dagli insediamenti celtici e dalle tombe vichinghe

La prima menzione di Dublino è stata fatta intorno al 140 d.C. con il nome di “Eblana”. In origine, tuttavia, era un piccolo insediamento celtico chiamato Áth Cliath: Hurdenfurt – un guado è la parte poco profonda di un fiume che permette di attraversare e probabilmente si riferisce al fiume Liffey, che scorre da Wicklow attraverso Kildare e Dublino nella baia di Dublino e nel Mare d’Irlanda. Questo aspetto si ritrova ancora oggi nel nome irlandese di Dublino, perché in lingua irlandese Dublino si chiama Baile Átha Cliath, che si traduce come “città al guado degli ostacoli”. All’interno della città, il Liffey è sottopassato dal tunnel di servizio Liffey. Oltre alle radici celtiche, i vichinghi hanno avuto una grande influenza sullo sviluppo di Dublino. Anche per quanto riguarda il nome della città stessa, perché a metà del IX secolo i vichinghi costruirono un piccolo villaggio nelle immediate vicinanze dell’abitato di Áth Cliath e lo chiamarono Duibhlinn, lo stagno nero. Quando i vichinghi acquistarono potere e influenza, Duibhlinn divenne il Regno di Dublino, che durò fino alla sua conquista da parte degli inglesi nel 1170. A Dublino e dintorni, i turisti possono ancora oggi visitare le vecchie tombe vichinghe.

Da Gran Bretagna, Commonwealth e Easter Rising

All’inizio del XIII secolo Re Giovanni d’Inghilterra fece costruire una fortezza – oggi conosciuto come Dublin Castle – ma fu solo nel 1801 che la città divenne la sede amministrativa britannica del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda, appena fondato, in Irlanda, con l’Act of Union. Dopo la grande carestia in Irlanda e la rivolta irlandese contro gli inglesi nel 1916, che passò alla storia come l’insurrezione di Pasqua, e la dichiarazione d’indipendenza pochi anni dopo, la guerra d’indipendenza irlandese e la guerra civile irlandese, la città di Dublino fu ampiamente distrutta e la sua popolazione fu gravemente decimata. Nel 1949 l’Irlanda lasciò il Commonwealth britannico e divenne una Repubblica d’Irlanda indipendente. Dall’adesione dell’Irlanda all’Unione europea nel 1973, Dublino è rifiorita e si è trasformata in una metropoli europea. Oggi Dublino può vantare 1.040 anni di esistenza con tutti i suoi alti e bassi.

Tutte le strade portano a Dublino

Il sistema di trasporto dell’Irlanda è completamente orientato a Dublino. La città è quindi il centro della rete stradale irlandese – tutte le principali strade nazionali vanno da Dublino a tutte le parti del paese. Il porto della città è collegato in traghetto con le città di Liverpool nel nord-ovest dell’Inghilterra, Holyhead su Holy Island, un’isola britannica al largo della costa gallese, e Cherbourg nel nord della Francia. Dal 1940, il traffico aereo si è sviluppato anche attraverso l’aeroporto commerciale internazionale di Dublino, che si trova a poco meno di 10 km a nord del centro città – un servizio utilizzato da circa 25 milioni di passeggeri all’anno. L’aeroporto di Dublino è uno dei 20 aeroporti più grandi d’Europa ed è la base di partenza per le compagnie aeree Aer Lingus, Ryanair e CityJet.

Kulturbrauerei Guinnes – Vista panoramica sui tetti della città

A proposito: Da un punto di vista storico, la città di Dublino è il centro della produzione di birra in Irlanda, con particolare attenzione alla fabbrica di birra Guinness fondata nel 1759. La Guinness Store House si trova a Sankt James’s Gate a Dublino ed è oggi un museo di sette piani che illustra oltre 250 anni di storia e di produzione della birra. I campioni sono naturalmente inclusi nel biglietto d’ingresso e possono essere gustati quasi tutto l’anno e sette giorni alla settimana nel Gravity Bar all’ultimo piano del museo – ironia della sorte, quasi il 90% della Guinness in Irlanda è venduto esclusivamente ai turisti. Molti locali non amano affatto la birra forte irlandese! La vista panoramica a 360° sui tetti della città merita sicuramente una visita!

Il comico Conan O’Brien di fine serata al Guinnes Store House

Giorno di San Patrizio – la festa più famosa d’Irlanda

Il 17 marzo, la Repubblica d’Irlanda celebra il famoso giorno di San Patrizio. È sinonimo di festa nazionale e viene celebrata in Irlanda con grandi festeggiamenti e sfilate. Il giorno di San Patrizio è il giorno della commemorazione del vescovo irlandese Patrick, che probabilmente visse in Irlanda intorno al V secolo. Patrick è storicamente conosciuto come il primo missionario cristiano d’Irlanda e il 17 marzo di ogni anno è per lui un’alta celebrazione e festa legale in Irlanda per commemorare. Anche a molti turisti, che non sanno nulla del contesto storico o dell’importanza di Patrick per la Repubblica d’Irlanda, piace essere contagiati dalle grandi parate e dall’atmosfera esuberante e festeggiare con noi.

Chi e’ Patrick?

Patrick è considerato il primo missionario cristiano in Irlanda. All’interno della Chiesa cattolica, Patrick è venerato come un santo. Non si sa molto dei suoi giorni di nascita e morte – il suo giorno della morte è menzionato per la prima volta nel VII secolo, ma la sua nascita è un mistero. Anche per il resto alcuni dettagli della sua vita sono ancora oggi poco chiari agli storici. Alcuni arrivano persino a dire che la persona che Patrick era composta da due – se non di più – individui, e l’attuale definizione di Patrick non è in realtà una persona reale.

Celebrare a Dublino – caldo agognato

Il giorno di San Patrizio l’Irlanda è come una grande festa popolare, con molte attività, bancarelle e naturalmente – come potrebbe essere diverso? – anche musica dal vivo. Dublino, in particolare, è spesso un punto di riferimento – forse è per questo che l’attrazione per le persone al di fuori dell’Irlanda è così grande, dato che gli hotel della città sono di solito prenotati al completo con molti, molti anni di anticipo! Quindi ci vuole un po’ di fortuna, buoni collegamenti o pazienza angelica per trovare una stanza a Dublino per il giorno di San Patrizio. Nel resto della repubblica, tuttavia, le cose non sembrano molto meglio, dato che molti irlandesi che vivono fuori dall’isola tornano a casa per il giorno di San Patrizio per godersi il trambusto colorato tra i loro connazionali.

Celebrare fino a quando la birra diventa verde

Il verde, come tutti sanno, è il colore dell’Irlanda – e per gli irlandesi di tutto il mondo, il verde del giorno di San Patrizio è il colore predominante. In alcune città anche i fiumi sono tinti di verde – la birra comunque! A proposito: a Monaco di Baviera/Germania e New York City/USA c’è anche una grande festa con sfilate colorate e musica ad alto volume.

Altri festival in Irlanda: festival cinematografici, romanzo e pecore

Jameson Dublin International Film Festival

Il Jameson Dublin International Film Festival è una maratona di 10 giorni di celebrazioni ed eventi che si tiene ogni anno a febbraio. In questa occasione numerose star internazionali si riuniscono a Dublino e celebrano il cinema irlandese e internazionale insieme al popolo irlandese. Durante i festeggiamenti, il pubblico sceglie il miglior film tra le possibilità presentate – un grande onore!

Bloomsday Festival – il personaggio del romanzo crea vacanza

La Festa del Giorno del Ringraziamento si svolge tradizionalmente il 16 giugno. Il festival si riferisce a “Ulisse” di James Joice, il cui protagonista è Leopold Bloom. Nel contesto delle narrazioni di Leopold Bloom, la Dublino del 1904 è spesso abbozzata come scenario, motivo per cui lo stesso giorno di Bloomsday queste stesse località sono visitate anche da fan simili a un pellegrinaggio in memoria. Il 16 giugno sarà accompagnato da una settimana di celebrazioni, letture di libri, spettacoli e rappresentazioni teatrali, escursioni nelle nuove sedi e visite guidate di Dublino nel contesto di Leopold Bloom.

Resistente alla fertilità – Pecore grazie

Gli irlandesi sono un popolo molto naturale e ancora oggi in Irlanda ci sono molti agricoltori e pastori. Storicamente, la prima mungitura delle pecore dopo la lunga e faticosa pausa invernale era di immensa importanza, motivo per cui ancora oggi il 1° febbraio è ricordato dagli irlandesi come festa della fertilità.

Dublin Fashion Festival – Shopping & Divertimento

Il Dublin Fashion Festival è stato creato con l’obiettivo di unire il divertimento e il teatro allo shopping di articoli di moda. Rivenditori di moda e distributori di prodotti di bellezza sono invitati nel centro di Dublino e c’è un grande mix di offerte speciali, eventi di moda dal vivo e promozioni aziendali che nessuno vuole perdere. Il Dublin Fashion Festival esiste dalla sua nascita nell’autunno 2010 e si tiene ogni anno a settembre.

Dublin Fashion Festival 2017 – make-up, styling, sfilate, bevande

.

Dublin Fashion Festival 2016 – Fusione con Galaxy Chocloate

Moda in Irlanda – i primi 10 marchi di moda del paese

Manley – trendy & feminin

Manley è il marchio di moda di Emma Manley, laureatasi con successo alla Graftton Academy of Fashion Design. Manley è uno dei più importanti marchi di moda contemporanea in Irlanda ed è caratterizzato da una “femminilità di tendenza” e da una combinazione di delicati volant, tagli rigidi e tessuti moderni.

Danielle Romeril – divertente & sorprendente

Danielle Romeril disegna i suoi abiti femminili ispirandosi a qualsiasi parte del mondo. Questa prospettiva globale è ciò che rende il vostro marchio così versatile e di successo. I disegni di Danielle Romeril sono divertenti, ma anche sorprendenti, rimangono nella memoria e sono molto popolari tra le icone della moda. Il fatto che Danielle produca i propri tessuti si inserisce perfettamente nell’energia unica del suo marchio.

Edel Traynor – senza tempo & minimalista

Edel Traynor è una giovane designer e ha ricevuto il “Future Maker Award” dal Design and Crafts Counsel of Ireland per i suoi risultati creativi. Ha iniziato la sua etichetta in Atelier 27, un programma per giovani designer – ora lavora alle sue creazioni di moda dal Chocolate Factory Arts Center nel cuore di Dublino. Grazie al suo forte interesse per la longevità delle strutture, la linea di moda Edels è caratterizzata da eleganza, pragmatismo e minimalismo e assume un carattere senza tempo.

Petria Lenehan – semplicemente & casual

I disegni di Petria Lenehan sono fortemente influenzati dalla bellezza della natura. Le caratteristiche del tipico paesaggio irlandese si riflettono nella linea di moda semplice e moderna – gli abiti di alta qualità di tutti i giorni colpiscono per la loro semplicità e bellezza.

Natalie B. Coleman – creativo & breakout

Natalie B. Coleman è conosciuta per tutti i tipi di design innovativi e meravigliosamente asimmetrici e viene quindi indossata e presentata in tutte le principali fashion week. Natalie ha già vinto diversi premi per il suo marchio di moda, tra cui il “Future Maker Award” del Design and Crafts Counsel of Ireland nel 2012.

Umit Kutluk – su misura & decorato a mano

Il turco di nascita Umit ha studiato fashion design alla Grafton Academy prima di fondare il proprio marchio nel 2011. Da allora lavora nello studio Merrion Square e produce moda stagionale. Umit crea anche l’haute couture ed è conosciuta per le sue collezioni da sogno. Il designer dice di se stesso che ha il desiderio di ridefinire il concetto di “minimal chic”. Umit Kutluk è caratterizzato da tessuti su misura e delicate decorazioni artigianali.

Moda Feed: Umit Kutluk SS18 / FW Istanbul

Zoe Jordan – pieno di vita e temperamento

Zoe è nata a Dublino, ma è stata a casa quasi ovunque nella sua vita. Prima di dedicarsi alla moda, ha lavorato nella finanza e ha viaggiato molto a causa del suo lavoro. Il marchio di moda Zoe Jordan esprime la curiosità e la voglia di vivere della stilista e il suo stile di vita adrenalinico. La stessa Zoe descrive l’ideale “Zoe Jordan Girl” come una maturità discreta che incarna la naturale fiducia in se stessa, la sottigliezza e il temperamento.

Siamo isolani

Gli stilisti di We Are Islanders preferiscono tessuti costosi provenienti dall’Irlanda e da tutto il mondo con l’obiettivo di creare una moda femminile sostenibile ed eticamente prodotta. I vostri vestiti devono essere indossati, amati e non devono essere trasmessi o smaltiti per decenni. La qualità premium è un altro aspetto della loro linea di moda. We Are Islanders esplora le narrazioni culturali e combina le impressioni dell’ambiente circostante con il loro lavoro, che spesso si manifesta in segni di orizzonti lontani o motivi paesaggistici in movimento.

Sorcha O’Raghallaigh

Sorcha è un designer avanzato la cui moda è tipicamente caratterizzata da abbellimenti e abbellimenti sorprendentemente pesanti. Tra i fan più noti del marchio di moda, Lady Gaga e il musicista canadese Grimes, che apprezzano le creazioni di Sorcha proprio per la loro unicità. Visivamente, spesso si inserivano in una mostra museale piuttosto che essere indossati, e infatti Sorcha lavora principalmente su richiesta. Il marchio Sorcha O’Raghallaigh è spesso presente sulle pagine di note riviste di moda come Vogue, Harper’s Bazaar e Elle. Recentemente, il designer ha disegnato anche una collezione di gioielli, che è stata presentata sulla rivista Stylist Magazine di Londra.

Richard Malone

Richard Malone era originario di Wexford e ha studiato fashion design al Central St. Martin’s College di Londra. Ha vinto numerosi premi, tra cui la Moet Hennessy Louis Vuitton SE Grand Prix Scholarship (LVMH), ed è stato recentemente descritto da Vogue US come un “rompicapo”. Tre anni fa, la BBC lo ha descritto come uno dei migliori giovani artisti del Regno Unito e dell’Irlanda.

Moda Feed: Richard Malone SS18 / FW Londra

Istruzione a Dublino – Trinity College classificato numero 1!

Dublino ospita diverse università e istituzioni scientifiche e culturali. Nel 2018, 11 collegi di Dublino saranno tra i primi 15 della contea di Dublino, con il Trinity College, fondato nel 1592, che conta tra i 15.000 e i 20.000 studenti e una quota annuale di iscrizione da 750,00 euro a 1.800,00 euro, naturalmente all’avanguardia.

I 10 migliori collegi della contea di Dublino

  1. Trinity College Dublin, Università di Dublino (Irlanda, Grado 1 – World Rank 219)
  2. University College Dublin (Irlanda, 2° posto – World Rank 261)
  3. Dublin City University (Irlanda, 4° posto – 488° posto nel mondo)
  4. Dublin Institute of Technology (Irlanda, grado 7)
  5. Royal College of Surgeons in Irlanda (Irlanda, grado 9)
  6. Dún Laoghaire Institute of Art, Design and Technology (Irlanda, rango 18)
  7. Collegio Nazionale d’Irlanda (grado 19)
  8. Istituto di tecnologia Blanchardstown (Irlanda, grado 20)
  9. Istituto di tecnologia Tallaght (Irlanda, grado 21)
  10. College nazionale di arte e design (Irlanda, grado 25)

Attrazioni importanti della città

Temple Bar – Party & Vita notturna a Dublino

Temple Bar si trova sulla riva meridionale del fiume Liffey ed è famoso per la sua vita notturna. Prende il nome dalla famiglia del Tempio che viveva nella zona nel XVII secolo. L’intero quartiere è di architettura medievale e ospita numerosi pub, come il Porterhouse o il Bad Ass Cafe, così come molte istituzioni culturali irlandesi, tra cui l’Irish Film Centre con il National Film Archive e la Central Bank of Ireland.

La Guglia – “Lo stuzzicadenti più lungo del mondo”

La parola “Spire” deriva dall’inglese e rappresenta una guglia. In Irlanda, tuttavia, “The Spire” si riferisce ad una colonna in acciaio inox alta 123 m direttamente su O’Connel Street, progettata dall’architetto britannico Ian Richie e dichiarata punto di riferimento della Repubblica d’Irlanda nel 2003. Con un diametro di 3 m alla sua base, ma solo 15 cm circa alla sua punta, la colonna affusolata della Guglia è indicata dalla popolazione irlandese come “il più grande stuzzicadenti del mondo”.

Il Ponte Liffey – punto di riferimento non ufficiale della città

Il Liffey Bridge è uno dei tanti ponti di Dublino che attraversano il fiume Liffey. Il ponte pedonale lungo 43 m collega il quartiere culturale Temple Bar con Bachelor’s Walk ed è uno dei luoghi più fotografati di Dublino. È popolarmente conosciuto come Ha’Penny Bridge, il nome deriva dal pedaggio pedonale di mezzo penny (“Half Penny”), che in tempi passati doveva essere pagato quando il ponte veniva utilizzato.

City Hall – il vecchio municipio dal mercato azionario al museo

Il municipio storico risale al XVIII secolo ed è uno dei migliori esempi della migliore architettura georgiana. Il City Hall si trova in Dame Street ed era originariamente un luogo di incontro per i commercianti e gli uomini d’affari di Dublino. Anche la borsa reale ebbe qui il suo posto fino alla crisi economica del XIX secolo. Nel corso della sua storia, il Municipio ha ospitato anche funerali e funerali di stato, compresi quelli di Michael Collins e Arthur Griffith. Una piccola mostra nella cantina a volta racconta la storia di Dublino e offre ai visitatori interessati uno spaccato dello sviluppo della città.

Leinster House – Tendenza della nobiltà

La casa di Leinster è un antico palazzo ducale e fu la prima residenza di stato ufficiale sulla riva sud del fiume, mentre il resto della nobiltà viveva sulla nobile riva nord del fiume. Il conte di Kildare stabilì così una tendenza che portò ben presto il sud a diventare la zona preferita dagli aristocratici irlandesi, mentre le case del nord andarono gradualmente perdute. Dopo diverse ristrutturazioni, Leinster House è ora l’edificio del parlamento ufficiale per 166 parlamentari, 60 senatori, la stampa e il personale, mentre la statua della regina Vittoria è stata trasferita dalla facciata della casa a Sydney.

Leinster House – ispirato alla Casa Bianca

La Biblioteca Nazionale Irlandese – bella e piena di conoscenza

La Irish National Library in Kildare Street è una biblioteca di puro riferimento e non consente il prestito dei suoi media. Libri, mappe, manoscritti, riviste e altro materiale possono essere visionati solo nei locali della biblioteca. Allo stesso tempo, è sede di numerose mostre e ospita un vasto archivio che ospita la collezione completa di tutti i giornali irlandesi.

Castello di Dublino – Torre dei record sopravvive al tempo

Il Dublin Castle è stato costruito su un’antica fortezza del X secolo e si trova in Dame Street, nel cuore del centro storico di Dublino. L’unico resto di questo periodo è la cosiddetta Record Tower, tutte le altre parti dell’edificio risalgono al XVIII e XIX secolo. La Royal Chapel Royal Chapel Royal è stata ribattezzata Chiesa della Santissima Trinità nel 1943 dalla Chiesa Cattolica Romana ed è oggi il centro culturale di Dublino.

Quattro Tribunali – Il tribunale principale d’Irlanda

Il Four Courts non è solo uno degli edifici più belli della città, ma anche il più importante tribunale della Repubblica. Si compone della Corte Suprema, della High Court e della Central Criminal Court – prima della ristrutturazione della giurisdizione alla fine del XIX secolo, le Four Courts ospitavano quattro diversi tribunali ed erano testimoni silenziosi dell’insurrezione di Pasqua e della guerra civile irlandese.

Ricordo di Molly Malone e Phil Lynott

Dublino ospita una serie di monumenti a personaggi storici famosi, tra cui una statua di Molly Malone, una bellissima pescivendola della famosa canzone popolare irlandese “Cockles and Mussels”, l’inno non ufficiale della città. Altri monumenti si riferiscono al politico irlandese Daniel O’Connell, noto anche come “The Liberator” e all’eroe nazionale irlandese Charles Steward Parnell. La lapide del musicista purosangue Philip Parris Lynott, membro fondatore del gruppo rock irlandese Thin Lizzy, è anche uno dei monumenti della contea di Dublino e si trova sulla penisola di Howths Head.

Vivi: I dublinesi con Cockles e Cozze aka Molly Malone

Le grandi cattedrali di Dublino

A Dublino ci sono due importanti cattedrali della Chiesa d’Irlanda, una chiesa membro della Comunità Anglicana con circa 390.000 fedeli. Da un lato la National Cathedral and Collegiate Church of Saint Patrick, Dublino, breve: Saint Patrick’s Cathedral, e dall’altro lato la più piccola Christ Church Cathedral con la presunta tomba del signore della guerra gallese Richard “Strongbow” de Clare.

Raccomandazioni top per gli amanti del teatro e dei musei

Ci sono molti buoni teatri a Dublino. Il Teatro dell’Abbazia, il Teatro della Porta e il 3-Arena meritano sicuramente una visita. Il Museo Nazionale, l’Irish Museum of Modern Art e il National Wax Museum dovrebbero essere menzionati come musei. Speciale e insolito è il Kilmainham Gaol, un museo situato in un’ex prigione. Ultimo ma non meno importante: il Dubliner e il Guinnes Store House!

I famosi “Irish Pubs” – più di 10.000 nel paese!

C’è un numero infinito di pub in Irlanda. Anche se andate in un pub diverso ogni giorno – o in diversi pub nello stesso giorno come parte del popolare e conviviale Pub Crawls – sarà difficile, perché ci sono quasi 10.300 pub in Irlanda! Non per niente agli irlandesi piace dire di se stessi che il loro secondo soggiorno è il pub. Con una densità media di pub di 315 abitanti per località si può immaginare la cultura attiva dei pub in Irlanda. A Dublino, la capitale, ci sono stati di recente poco meno di 770 pub – un numero orgoglioso per una sola città! Inoltre, c’è musica dal vivo, così tipica dei pub irlandesi e suoni da ogni angolo. Ovunque a Dublino si può ascoltare la tradizionale musica folk irlandese e in parte anche arrangiamenti moderni. A proposito: l’O’Donoghue’s Pub è un ottimo esempio di musica dal vivo di prima classe e di performance entusiasmanti.

I 5 migliori pub in città

  • Sweeney’s Bar, Lady Street
  • Il Mercantile Bar, Dame Street
  • Il Soggiorno, O’Connell Street
  • Broxelles, Harry’s Street
  • Il globo, Great George’s Street

Goditi la natura a Dublino e dintorni

L’isola irlandese è sufficientemente conosciuta per la sua natura di una bellezza mozzafiato, i prati di un verde intenso e infinito, le coste frastagliate, lo splendore dei fiori. La vicinanza alla natura è una parte importante della cultura irlandese, quindi ci sono naturalmente anche numerosi parchi e aree verdi nella capitale Dublino. Tra gli altri il St. Steven’s Green, i National Botanic Gardens of Ireland e gli Iveagh Gardens, ma il parco più bello è di gran lunga il Phoenix Park.

Phoenix Park – tra fauna selvatica e villa presidenziale

Il Phoenix Park è probabilmente il più grande parco di Dublino e consiste di prati e strisce di foresta quasi senza fine. È la patria di molti animali selvatici come il cervo, che a volte può essere abbastanza fiducioso. A proposito: il presidente irlandese e l’ambasciatore americano hanno entrambi sede nel Phoenix Park e vivono in mezzo alla natura e nelle immediate vicinanze dello zoo di Dublino, il più grande zoo d’Irlanda!

La vera dimensione del Phoenix Park – da un’altezza elevata in 4D!

Top luoghi d’interesse nei dintorni

  • Spiaggia e campo da golf Portmarnock
  • Montagne incandescenti
  • Villaggio di pescatori e penisola di Howth
  • Sortilizzo balneare e castello di Malahide
  • Killiney Hill
  • Collina di Slane
  • Passaggio Tomba di Fourknocks

+

+ NEW: ZAMIRAA new selection w/ Armani, Dior, Cartier & Co.

+ AD: Do you know?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento