Ted Baker: Origine, inventore e successo

Ted Baker è oggi considerato un marchio di lusso internazionale. Con sede in Gran Bretagna, il marchio è rappresentato per uomini e donne, oltre che per i bambini. Il loro marchio di fabbrica: …è il suo lussureggiante, giocoso, floreale design. Un’etichetta che inizialmente si è specializzata solo nell’abbigliamento maschile, e che ora offre di tutto, dall’abbigliamento alle borse. Solo poche persone sanno che l’idea di questo negozio è venuta a Ray Kelvin durante una battuta di pesca. Ma perché l’etichetta non ha preso il nome dal suo inventore, e che cos’era Ted Baker una volta? Potete scoprire tutto questo qui!

La creazione del marchio di moda Ted Baker

Ray Kelvin una volta si è fatto un nome come specialista della camicia nel 1988. L’umorismo, che è sempre stato il punto di forza di Ray. Lo stilista ha creato la sua moda anche allora e adesso secondo questo motto. Questo si riflette nei magnifici motivi dei suoi pezzi di design e nel suo concetto di negozio di allora. Al giorno d’oggi, le borse colorate e gli abiti a fiori sono quello che ci si aspetta dal marchio Ted Baker. In passato, Ray era conosciuto per qualcosa di completamente diverso. Dopo che il suo primo negozio ha offerto un servizio di lavanderia per ogni camicia che ha comprato, la gente ha cominciato a notarlo. No Ordinary Designer Label, lo chiamavano il marchio della camicia di Ray. Ai clienti è sempre piaciuto andare dal designer perché la sua personalità era parte del business. Ray ha aperto il suo primo negozio a Glasgow, in Scozia, seguito da King Street, Manchester e dal Nottingham Exchange Arcade. Ray aveva anche un occhio di riguardo per la qualità fin dall’inizio, ed è per questo che ha mostrato grande attenzione per i dettagli. E ne è valsa la pena! Anche se l’allora trentatreenne non aveva mai creduto che la sua etichetta sarebbe mai diventata così famosa, ha sentito rapidamente il suo successo ed è diventato uno dei marchi di lifestyle leader nel Regno Unito.

Ted Baker: Il ‘No Ordinary Designer Label’

Ma perché Ray ha chiamato il suo marchio di moda Ted Baker? Ray ha sentito per la prima volta il nome di Ted Baker in una conversazione. Non essendo sicuro all’inizio della sua etichetta che questo non sarebbe stato un flop totale, ha deciso di tenere il proprio nome fuori dal marchio. Lo stilista vedeva questo nome come il suo personale alter-ego inventato e pensava che fosse appropriato. E tutto questo è successo durante una battuta di pesca!

FIV News >
Tendenze moda: Stile e abbigliamento per le giornate fredde

Visita il negozio ufficiale di Ted Baker: https://www.tedbaker.com/de/Damen/c/category_womens

Un’idea diventa una storia di successo

Qui troverete una panoramica cronologica dei successi di Ray Kelvin, dall’inizio all’anno 2000:

  • 1987: L’idea di un marchio globale è venuta a Ray mentre pescava.
  • 1988: apertura del primo negozio a Glasgow, seguito da vicino da King Street, Manchester e Nottingham Exchange Arcade.
  • 1990: viene aperto il primo negozio a Londra a Covent Garden e l’azienda viene rilevata completamente da Goldberg and Sons.
  • 1992: viene lanciata la collezione Blue Baker.
  • 1993: Vengono aperti altri negozi a Soho, Londra, il Victoria Quarter a Leeds e Bridlesmith Gate a Nottingham. Ted Baker diventa un’azienda privata.
  • 1994: inizio dell’attività all’ingrosso nel Regno Unito. Un altro negozio nella Button Street di Liverpool apre le sue porte.
  • 1995: vengono lanciate le collezioni Ted Baker Woman e Ted Baker Lite.
  • 1996: inizio del commercio all’ingrosso negli USA in occasione del Magic Trade Festival 1996 e lancio della collezione Teddy Boy.
  • 1997: Ted Baker diventa una società quotata in borsa e opera con il nome commerciale ‘No Ordinary Designer Label Limited’. I negozi di Liverpool e Glasgow sono stati ampliati e ristrutturati.
  • 1998: Apertura del primo negozio indipendente sul suolo americano a New York e www.tedbaker.co.uk va online per la prima volta. Il lancio di Skinwear e della collezione di intimo ha completato l’anno.
  • 1999: viene disegnato l’Endurance Suit e viene introdotta una nuova fragranza femminile. Il negozio online registra le prime vendite. Viene aperto un negozio di abbigliamento femminile nel Triangle Centre di Manchester, un negozio a Bluewater e il primo negozio a Stoccolma.
  • 2000: Lancio della collezione di scarpe Ted Baker e della collezione Teddy Girl. Trasferirsi a The Ugly Brown Building e firmare l’accordo di licenza con la Hartmarx Corp negli Stati Uniti. Apertura del più grande negozio Ted Baker a Birmingham e di nuovi negozi a Richmond, Canary Wharf e King’s Road a Londra.

La strategia di marketing unica di Ray

Pubblicità in televisione o sui cartelloni pubblicitari? Ted Baker non ha usato niente del genere per promuovere i suoi prodotti. Il passaparola, questa è stata la chiave della strategia di marketing di Ray. Quindi c’erano concetti e omaggi originali che hanno attirato l’attenzione della gente su Ted Baker. Poiché questa strategia non era comune a quel tempo, il marchio si diffuse rapidamente. L’assegnazione di “Paxo Stuffing” a Natale, i coniglietti di cioccolato a Pasqua o nel 2006 i biglietti speciali per i mondiali di calcio hanno assicurato il successo di Ted Baker. Senza una sola campagna pubblicitaria, lo stilista è riuscito a trasformarsi in un marchio di moda internazionale.

FIV News >
Intervista esclusiva con Pauline Baly: attrice, modella, musicista e influente parigina

Date un’occhiata alla pubblicità di Ted Baker per la sua linea di party:

33 anni di Ted Bakers: l’assortimento oggi

Oggi il marchio offre una vasta gamma di collezioni, tra cui Abbigliamento uomo e donna, Global, Endurance, Pashion, Langley, accessori, profumi, abbigliamento per la pelle, scarpe, occhiali, custodie per cellulari e orologi. La collezione britannica dello stilista è nota soprattutto per il suo look originale. Grandi motivi floreali, orpelli, plissettature, pieghe, fiocchi e balze fanno da sfondo a prodotti unici. Stravagante, senza tempo e classico – con Ted Baker vi distinguerete!

Qui troverete alcuni dei prodotti più popolari del marchio:

  • Ted Baker Shopper: https://www.tedbaker.com/uk/Womens/Accessories/Bags/GABYCON-Bow-detail-icon-bag-Duskby-Pink/p/229320-DUSKY-PINK
  • Sneakers Ted Baker: https://www.tedbaker.com/de/Damen/Accessoires/Schuhe/Sneakers-fr-Damen/PIIXIE-Snake-effect-leather-platform-trainers-Wei/p/244060-WHITE
  • Ted Baker Flower Dress: https://www.tedbaker.com/de/Damen/Kleidung/Kleider/NOLLA-Elderflower-V-neck-skater-dress-Wei/p/243758-WHITE
  • Occhiali da sole Ted Baker: https://www.tedbaker.com/de/Damen/Accessoires/Sonnenbrillen/MIINAA-Mittelgroe-runde-Sonnenbrille-Schildpatt/p/244505-TRTOISHELL
  • Ted Baker Watch: https://www.tedbaker.com/de/Damen/Accessoires/Uhren/FITZYIA-Uhr-mit-floralem-Zifferblatt-und-Lederarmband-Hellrosa/p/245390-LT-PINK
  • Ted Baker borsa cosmetica: https://www.tedbaker.com/de/Damen/Outlet/Accessoires/Gifts/CAHIRA-Kosmetiktasche-mit-Schleifendetail-Schwarz/p/150966-BLACK

Principi etici del marchio

Tre importanti principi determinano oggi l’etichetta. In primo luogo, Ted Baker rispetta il suo impatto sull’ambiente. Riducendo gli scarti di produzione o gestendo imballaggi e trasporti sostenibili, contribuiscono in modo significativo al miglioramento dell’ambiente. Anche il benessere dei dipendenti e dei clienti è una priorità. Infine, ma non per questo meno importante, Ted Baker cerca di concentrarsi sulla sostenibilità dei suoi prodotti, ed è per questo che la qualità è fondamentale per prolungare la vita di tutti i prodotti. Pensi che il marchio mantenga le sue promesse?

Le dimissioni di Ray Kelvin dopo le accuse di molestie

Abbracci e massaggi alle orecchie: molti dei suoi dipendenti hanno accusato questo comportamento nel 2019. Si dice che l’amministratore delegato Ray Kelvin abbia abbracciato i dipendenti contro la loro volontà e li abbia esortati a sedersi in ginocchio e a farsi massaggiare le orecchie.  Il sessantaduenne non ha confermato queste accuse. Nonostante tutto questo, si è ritirato dalla sua posizione di CEO con effetto immediato, dopo che numerosi media hanno chiesto le dimissioni di Ray. Il COO Lindsay Page, continuerà al suo posto. Ma qual è esattamente la verità delle accuse?

“Ho deciso che è la mossa giusta, lasciando a Ted il compito di permettere all’azienda di concentrarsi sull’essere il marchio eccezionale che è. in modo che possa affrontare il 2019 con rinnovata energia e spirito”.

Ray Kelvin è sempre stato un mistero. In occasione di eventi fotografici ufficiali, all’inventore del marchio di moda piaceva tenere un cappello o anche una scarpa davanti al viso per stare il più possibile sullo sfondo. Non ci sono nemmeno interviste al designer, il che sottolinea il suo anonimato. E non c’è da stupirsi, quasi nessuno sa che dietro il marchio di lusso si nasconde questo tipo un po’ stravagante. Anche il suo umorismo ha plasmato la sua storia di successo, ma alla fine è stato accusato di molestie. Secondo lui, gli abbracci sono sempre stati parte della cultura aziendale. Imposto, ma presumibilmente mai imposto.

FIV News >
Curls Rock: La guida definitiva - senza calore, con il calore o poco più di notte!

Cosa riserva il futuro al marchio?

Dopo che l’inventore Ray Kelvin ha lasciato l’azienda, si è tenuto lontano dai riflettori per un po’. Lindsay Page, il nuovo CEO dell’azienda, ha ora il controllo del marchio di moda. Ma cosa succederà al marchio ora? Poco dopo le accuse di cattiva condotta di Ray, le azioni della società hanno subito un forte calo. Il prezzo del titolo è già sceso da 32 GBP (35,4 EUR) per azione nel marzo 2019 a 18 GBP (19,9 EUR). Alla chiusura delle contrattazioni il prezzo era inferiore a 15 GBP (16,6 EUR). Tuttavia, le cifre si sono riprese, dopo che lo scandalo è stato lentamente dimenticato.