Virginie Viard – Il successore di Karl Lagerfeld a Chanel

Solo martedì scorso lo zar della moda Karl Lagerfeld è scomparso a sorpresa, e ora il suo braccio destro Virginie Viard sta assumendo la direzione creativa della casa di moda Chanel. Resta da vedere se riuscirà a seguire le enormi orme di Lagerfeld. I due hanno lavorato a stretto contatto negli ultimi 30 anni e Karl stesso la descrive come la persona più importante dell’atelier. Karl era l’unica persona che Viard chiamava per nome.

Chanel: il vertice creativo viene rimpastato

Ora Virginie Viard assume il ruolo di direttore creativo della casa di moda Chanel. In origine, era la direttrice incaricata di sostenere Karl e di prendere importanti decisioni sull’assegnazione degli abiti agli spettacoli. Qui abbiamo riassunto per voi le pietre miliari della sua carriera:

FIV Feature X CM Models

  • Nata come figlia di un chirurgo a Lione
  • Virgine Viard ospitata dalla stilista francese Jacqueline de Ribes
  • Impara il design dei costumi a teatro e studia il cinema e la moda
  • Diventa assistente per le borse e i guanti di Chanel all’età di 23 anni
  • Nello studio, era considerata un'”arma segreta” e ciò che il più stretto confidente di Karl Lagerfeld
  • A 27 anni, è responsabile dell’haute couture di Chanel
  • Nel 1992 è stata promossa da Karl Lagerfeld per dirigere il suo marchio.
  • Allo stesso tempo, è stata anche responsabile del design dei costumi dei film cult di Krzysztof KieÅlowski “Tre colori”: Blu” con Juliette Binoche e “Tre colori”: Bianco” responsabile
  • Virginie Viard torna a Chanel nel 1997
  • Dopo il suo ritorno, continua come direttrice di Chanel, responsabile degli accessori, del prêt-à-porter e della haute couture.
  • Il 18.02.2019, ha preso il posto di Karl Lagerfeld come capo creativo di Chanel

https://www.instagram.com/p/BuISsOYBDxN/

Virgine Viard come braccio destro di Lagerfeld

A Viard non è mai piaciuto il titolo di “Dirctrice”. In un’intervista, ha rivelato: “In Francia, questo titolo è comune, ma io non lo sopporto. Trovo tutti questi titoli terribili”.
Viard entrava sempre in gioco quando Lagerfeld aveva completato i suoi schizzi. Ne hanno discusso insieme. Voleva la sua opinione, perché era importante per lui. Hanno anche discusso i tessuti, i materiali e i ricami degli abiti. La Viard non faceva i vestiti, ma il suo compito era quello di dar loro vita spiegando i disegni alle sarte e “stimolando” la loro immaginazione. “A volte mi mostrano la loro prima bozza e corrisponde allo schizzo, ma manca ancora il giusto esprit. Allora spiego che Karl lo intendeva in modo diverso, che forse bisogna accorciare qui, blandire lì, rinforzare il tessuto in un altro punto”.

Lo sapevi? Karl Lagefeld è stato con Fendi fino alla sua morte, oltre 50 anni, dall’inizio alla fine. Leggi di più su Fendi qui.

https://www.instagram.com/p/BuH9aKDl9yi/

Il futuro di Chanel con Virgine Viard

Ora molti si chiedono quale sarà il futuro del gruppo di moda e se tutto cambierà completamente con il cambio di leadership. Tuttavia, pensiamo che questo sia molto improbabile. Karl Lagerfeld ha rivoluzionato Chanel ma allo stesso tempo è rimasto fedele alle sue radici. Possiamo aspettarci lo stesso da Virgine Viard. Il suo stile è più un misto di denim e abiti di pelle rocciosa, sempre in nero, ma nei suoi 30 anni con Lagerfeld è stata in grado di imparare molto su Chanel e su ciò che fa battere il marchio. Oltre a questo, il gruppo ha fatturato ben 9,7 miliardi di dollari nel 2017. Quindi un look completamente nuovo sarebbe estremamente controproducente.

La responsabilità di un leader Chanel

Il lavoro di Virgine Viard è tutt’altro che rilassante. È incredibilmente complesso. Viard deve disegnare ogni anno due collezioni couture, due prêt-à-porter e due intermedie, oltre al defilee Métiers d’Arts, che viene sempre mostrato in una metropoli diversa e celebra l’artigianato degli atelier dell’azienda. Oltre a questo, ci sono innumerevoli appuntamenti di PR. Per molti designer, questo sarebbe troppo stressante, perché ce ne sono più che abbastanza che sono già crollati sotto meno pressione. Ma c’è la fiducia che la Viard padroneggerà questo compito, perché il suo mentore è stato, dopo tutto, nientemeno che Karl Lagerfeld, il Mozart del mondo della moda, in persona.

https://www.instagram.com/p/BuGqjxZHppA/