Intervista: Marcus Flemming’s BAME Models – sull’etica dei booker, le carriere da modello e l’atteggiamento

BAME Models è un’agenzia di modelli di Londra che si è fatta un nome come agenzia di nicchia per l’etica speciale. Abbiamo intervistato il fondatore dell’agenzia Marcus Flemmings per voi. Nell’intervista, parla in dettaglio dei retroscena della creazione dell’agenzia, i punti più importanti

Modelbooker & Model Manager

FIV: In quali paesi viaggi come model booker e model manager? Quando, dove e come hai iniziato?

Marcus Femmings: Attualmente alleno talenti nel Regno Unito, Olanda, Francia e America. Lo faccio da 10 anni ormai. Ma BAME esiste solo da 3 anni.
Ho iniziato con un’agenzia che si concentrava sui talenti dell’Asia meridionale – indiani/Pakistan/Bangladesh/etc, quando ho capito che c’era una mancanza di rappresentanza nel mondo della moda per i modelli con questo background etnico. Poi 3 anni fa ho iniziato BAME ed è stato un successo clamoroso. Il termine BAME era una parola d’ordine britannica usata dal governo e dai media per descrivere le persone che pensavano fossero privilegiate. Ho deciso di prendere quella parola e usarla come termine di potere. Lo usiamo per descrivere tutti, indipendentemente dal colore, dal credo, ecc. Abbiamo avuto molto successo negli ultimi 3 anni – Vogue, Harpers Baazar, Paris Fashion Week, London Fashion Week, Spiderman: Far from Home, Hobbs and Shaw sono solo alcuni dei recenti clienti/progetti su cui abbiamo lavorato.

Come booker di modelle, conosci gli obiettivi delle tue modelle, la loro famiglia e i loro cibi preferiti.

FIV: Come modello-libratore puoi avere un enorme impatto sulla vita degli altri. A seconda dell’incarico o del cliente, si può davvero iniziare una carriera rapidamente. Cosa ti piace di più dell’essere un manager di modelli e quali pensi siano le parti più sgradevoli?

FIV | Magazine

New Issue! #26 with San Diego Pooth - Newcomer now in Tampa / USA FIV Magazine: All Covers

Marcus Flemmings: Ho sentito la gente dire che può essere difficile essere un model booker perché stai costantemente organizzando lavori per modelli che guadagnano molto più di te. Volano in luoghi esotici mentre tu sei bloccato alla tua scrivania. Loro sono trattati come re mentre voi siete solo una testa parlante. Il fatto è che questo è un lavoro per una persona che vuole essere arricchita dal successo degli altri. È destinato alle persone che si sentono soddisfatte quando gli altri raggiungono i loro obiettivi grazie al tuo aiuto.
I migliori booker di modelle con cui ho lavorato hanno davvero a cuore il talento con cui lavorano. Sanno qual è il loro cibo preferito, conoscono la loro situazione familiare, la loro personalità, i loro obiettivi, ecc. Questi booker portano le loro modelle a destinazione, indipendentemente da dove lavorano. Questo dà loro molto di più di un semplice carico di denaro.
Preferisco lavorare con modelli e talenti che sono ambiziosi, leali e umili. Questi sono quelli con cui ho più successo. Si adattano perfettamente a me e alla mia etica di lavoro. Quello che odio di più sono i modelli e i talenti che sono ingrati e sleali – dopo un sacco di metri superati, una lunga preparazione, sangue, sudore e lacrime intorno ai casting e alle interviste organizzate per loro, può essere molto frustrante quando non sei apprezzato e riconosciuto per questo. Nel complesso, comunque, è uno stile di vita soddisfacente a tutto tondo quello che si ha in questo campo professionale.

È così che si inizia la carriera di modella!

FIV: Molti bei ragazzi o ragazze sognano di diventare modelli. Cosa deve contenere una domanda? Puoi dare loro 3 consigli?

Marcus Flemmings:

  • Immagini naturali.
  • Onestà.
  • Umiltà.

Informati sull’agenzia a cui ti stai candidando. Troppo spesso le modelle si sono candidate con foto con filtri Instagram, senza le loro misure e con una mancanza di conoscenza dell’agenzia. Poi ci sono modelli che fanno l’opposto di quanto detto sopra – hanno la domanda perfetta e poi quando arrivano a un incontro non sanno nulla dell’agenzia a cui hanno fatto domanda. Oppure si sentono frasi come “Non sono sicuro di cosa fare della mia vita”. Questa industria è dura e c’è troppa concorrenza per essere metà dentro e metà fuori.

FIV: Per favore, spiegate ai nostri lettori cos’è un servizio di prova. Cosa è particolarmente importante per Newfaces in un servizio di prova?

Marcus Flemmings: Gli scatti di prova sono l’arma più importante nell’arsenale di OGNI modello. Anche per i modelli esperti. Avere le migliori immagini possibili, più recenti e più pulite è assolutamente cruciale. Pensate a un’auto senza una bella scocca – un design dinamico. Bellissimo colore. Pensate alla migliore auto del mondo basandovi solo sul design del suo motore. Nessuno lo comprerà.
Le immagini/scatti di prova sono il bel guscio che circonda un modello. Vuoi il meglio e ti reinventi costantemente. Una GRANDE foto può cambiare una carriera. Una brutta foto può cambiare una carriera.

L’aspetto è importante – l’atteggiamento è più importante

FIV: Spiegatelo ai nostri lettori: Come si diventa un modello? Ci sono altri criteri decisivi oltre alle misure del corpo e alla bellezza?

Marcus Flemmings: Come ho detto brevemente, è tutto mentale. Ho visto ragazzi e ragazze dall’aspetto medio raggiungere cose incredibili. Anche se l’aspetto è importante, non potrà mai sostituire l’ambizione, l’applicazione e l’atteggiamento. La capacità di padroneggiare perfettamente questi elementi chiave è al di là di qualsiasi cosa ci si possa aspettare dal proprio aspetto. Hai anche bisogno di una pelle spessa. Sarete rifiutati molto più di quanto avrete successo. Ma sono i successi che significano più di ogni altra cosa!

FIV: Per quanto tempo di solito impegnate nuovi volti? Quanto tempo hanno sperimentato i modelli?

Marcus Flemmings: Di solito diamo ai modelli un bel periodo di 3 mesi per crescere e svilupparsi. Dopodiché, se non ci sono progressi ma l’atteggiamento si adatta, cerchiamo di costruirli o forse di cambiare l’approccio se non funziona. Modelli nuovi o più esperti. Stesso approccio. Se c’è una mentalità sbagliata, cerchiamo di migliorarla fin dal primo giorno – se non c’è miglioramento, allora andiamo avanti.