Eva Herzigová: top model degli anni ’90, influencer & madre al Wonderbra

Primavera 1989: una ragazza di 16 anni si reca a Praga con la sua famiglia e fa parte di un concorso di modelle a cui la sorella avrebbe dovuto partecipare. È l’inizio di una carriera esemplare, che viene ancora guardata con rispetto a distanza di 30 anni. Occhi azzurri, capelli biondi e misure da sogno si estendono su 1,80 m. Stiamo parlando della top model Eva Herzigová. Negli anni ’90 è diventata una top model insieme a Claudia Schiffer e Naomi Campbell. Figlia di un nuotatore agonista e di una casalinga, impara presto la disciplina e l’auto-ottimizzazione. Anche la bionda, che una volta portava il soprannome “La sigaretta” perché era così magra, non credeva in una carriera da modella, perché aveva sempre creduto che la sorella maggiore potesse farcela. Tuttavia, la donna ceca ha tentato la fortuna dopo aver partecipato con successo al concorso di moda di Parigi e ben presto le case di moda e gli stilisti hanno riconosciuto il suo talento.

“Miss Wonderbra”

Immaginateli in macchina a Times Square a New York un pomeriggio del 1994 dopo il lavoro e all’improvviso una gigantesca foto di una bionda in intimo provocante appare accanto a lei con lo slogan “Hello Boys” o “Guardami negli occhi e dimmi che mi ami”. Avresti continuato a seguire la pista? Un reggiseno di tutte le cose ha aiutato la modella emergente a fare la sua scoperta negli anni ’90. Il “Wonderbra” adorna gli schermi di Times Square e in esso c’è la nuova arrivata Eva Herzigová. La sua vista ha sorpreso anche alcuni automobilisti distratti dalla campagna. Con l’aumento degli incidenti d’auto a Times Square, Eva Herzigová ha guadagnato sempre più attenzione. La donna ceca è entrata nelle fila delle top model ed è ancora considerata una delle modelle di maggior successo al mondo.

Modello, attrice, imprenditrice – Le sfaccettature di Herzigová

Come modella a soli 16 anni, ha dovuto rendersi conto precocemente di quanto la vita possa essere dura. Ha lottato per arrivare in cima e ha tenuto duro, ma fare la modella da sola non è sufficiente per la bionda disciplinata. La carriera di attrice non è lontana, dove lei stessa ha spesso sostenuto di avere un solo ruolo di modello. Davanti alla macchina da presa una top model che sa cosa vuole la gente, dietro la macchina da presa una ragazza attenta. La persona Eva Herzigová è una bugia? Non c’è niente di male nel vero senso della parola, se si considera il fatto che il suo lavoro di modella le richiede di essere ciò che ci si aspetta da lei.

“Faccio sempre finta”. (Fonte: World)

Herzigová sembra essere invecchiata non solo biologicamente ma anche mentalmente. È consapevole del suo valore e si assume dei rischi. La sua escursione nella recitazione non sembra essere stata un umore per molto tempo, ma un sogno realizzato. Nel 1992 festeggia il suo debutto come attrice nel film “Inferno” di Ellen von Unwerth. Seguirono ruoli più piccoli, ma la grande svolta non si concretizzò.

Oltre a fare la modella e a recitare si cimenta a fare la stilista. Herzigová può già guardare indietro alla sua linea di costumi da bagno e alla collaborazione con Gerry Weber. Sembra che la top model sia ben lontana dall’essere pronta ad esplorare il mondo e la vita in tutte le sue sfaccettature. Cosa verrà dopo?

Il dado per pavimenti

Dopo molti anni e una carriera movimentata come icona della passerella, Herzigová ha fondato una famiglia ed è oggi una madre orgogliosa di tre figli. Come nessun’altra top model, lascia che il mondo prenda parte alla sua vita. Su Instagram and Co. la quarantasettenne si presenta come una madre con i piedi per terra che sta dietro la stufa e presenta la sua vita “normale”. Una vita normale è certamente caratterizzata da altri aspetti della vita oltre a quella di una top model, ma i valori di Eva sono cambiati nel tempo.

“Famiglia, lavoro, indipendenza. E continuare a studiare, a crescere, a imparare”. (Fonte: Kölner Stadt Anzeiger) (Fonte: Kölner Stadt Anzeiger)

Tuttavia, la madre di tre figli non è molto entusiasta dei social media. Anche se partecipa a questo movimento, non crede nella sua sostenibilità. I modelli di oggi si vedono essenzialmente come influenzatori e spazi pubblicitari. La loro passerella è Internet, in particolare Instagram. La piattaforma mostra i modelli come persone che possono essere avvicinate e che possono influenzare l’aspetto della loro persona attraverso i messaggi. Eva Herzigová ama guardare indietro ai tempi passati e ricorda il culto della personalità intorno alle top model. Anche se gli influenti del XX e XXI secolo sono certamente giustificati, è sicura che si tratta di una tendenza che non si avvicinerebbe allo status delle top model.

“Non credo che questo movimento sarà così presente tra 20 anni come lo sono oggi le top model”. (Fonte: Gala)

Oltre a Claudia Schiffer, Naomi Campbell, Heidi Klum ecc. hanno scritto e scrivono ancora oggi i quasi 50 anni di storia e il successo non le ha mai dato alla testa. Nel frattempo, nel suo secondo matrimonio con l’imprenditore italiano Gregorio Marsiaj, trova il ruolo di madre amorevole per tutta la vita.

Che cosa fa una top model?

Eva Herzigová soddisfa i cliché (esterni) di un modello sotto ogni aspetto. Misure perfette, pelle pura e capelli pieni. Ma la top model, così com’era una volta, non esiste più. Sono cambiate le esigenze della modella, il suo aspetto, in generale il suo modo di agire nel mondo. Herzigová fa anche un passo avanti e definisce l’attivista Greta Thunberg una top model. Lo stato di un modello e la sua definizione sono ad un punto di svolta. Una modella non è più solo una tela bianca, ma una persona con una voce.

“I modelli oggi ricevono più attenzione per quello che sono – e per quello che dicono” (Fonte: Süddeutsche Zeitung)

Influencer Marketing

Anche le top model come Eva Herzigová, Heide Klum o Naomi Campbell utilizzano le possibilità della presentazione digitale nell’era di Instagram e Facebook. Grazie a messaggi intelligenti e a una strategia di marketing ben ponderata, stanno guadagnando attenzione e sono più conosciuti che mai come influencer.  La parola “influencer” non è una moderna invenzione del marketing, ma un modello di business che ha funzionato per migliaia di anni, noto anche come “recommendation marketing”. Una raccomandazione significa che le persone (con influenza) hanno un effetto sugli altri formando opinioni positive. Le persone che ricevono la raccomandazione di solito vi si atterranno, una volta data la disponibilità all’acquisto.  L’obiettivo di un marketing di successo è quello di introdurre prodotti o servizi ad un gruppo target precedentemente determinato attraverso contenuti interessanti e creativi e di motivare il gruppo target ad agire.

Influenzatore virtuale: Il futuro di domani?

Lil Miquela, Zoe, Ella, Bermuda, Daisy Page, Shudo. Cos’hanno in comune queste sei persone? Sono influenti e modelli di successo su Instagram and Co. Sono considerati la nuova scoperta dei social media. Ma cosa li rende così speciali? Non sono vivi. Le creature di pixel esistono solo online e quindi ingannano alcune persone. Il loro aspetto sembra così reale che anche i grandi marchi della moda prenotano gli influencer per le riprese e le sfilate.

La tendenza degli influenzatori virtuali è un fenomeno del XXI secolo. Dopo Facebook e Instagram sono arrivati i blogger, persone reali che sfruttano le piattaforme a loro vantaggio e intrattengono i loro fan su vari argomenti. Al più tardi dall’avvento della fotografia digitale e di Photoshop, la differenza tra reale e falso non è più visibile. Il vantaggio di un personaggio virtuale: può essere tutto e molto veloce! Gli sviluppatori dietro le virtuali creano una risposta a una domanda importante. In un elaborato lavoro in miniatura si inventa una storia sulla persona, si coltivano i tratti del carattere e pixel per pixel si creano nuove possibilità di marketing. In questo modo si aprono nuove opportunità per il mondo della moda.

  • Cosa rende Bella, Gigi, Taylor e Haily così speciali? Scopritelo nell’articolo sui modelli Millenial.
  • Lil Miquela and Co.: modelli digitali e influenzatori. Leggi qui.

Controverso e pericoloso

Se le persone sono già in grado di progettare persone virtuali che non sono nemmeno coscienti della loro finzione, dove sono i limiti e questo cambiamento influenza il mondo modello tradizionale, già criticamente vistoso? Le modelle digitali esordienti sono un concorrente delle vere top model degli anni ’90, come Naomi Campbell o Heidi Klum, così come le modelle alla moda del XXI secolo, Gigi Hadid o Haily Bieber? Ma lo sforzo di un modello virtuale non va sottovalutato. Perché dietro l’aspetto perfetto e la vita senza segni ci sono diverse ore di duro lavoro. Inoltre, gli influenzatori digitali non sono più economici di quelli reali del loro genere. Oltre ai costi di sviluppo, non bisogna dimenticare il team che sta dietro a tutti i passi di Shudu and Co. Italiani, specialisti del design, responsabili marketing e così via. Tuttavia, questo sviluppo non rappresenta una minaccia per la domanda di modelli reali, dice Cameron Wilson.

I vantaggi in sintesi

  • Sono immortalati, la carriera potrebbe richiedere decenni, anche secoli
  • Le aziende possono costruire i propri modelli virtuali / influenzatori
  • Gestione dell’immagine del marchio
  • I messaggi che devono essere trasmessi al gruppo target possono essere controllati meglio
  • Aspetto e personalità possono essere adattati al settore specifico
  • Può essere montato qualsiasi sfondo
  • spazio di lavoro inesauribile
  • nessun clamore a breve termine – round di finanziamento a sette cifre nel Tech-Start-Up Brud ( Creator of Lil Miquela )
  • in futuro, un numero maggiore di figure artistiche dei più diversi settori industriali popolerà i social media

Book influencer virtuale

Gli influencer virtuali stanno diventando sempre più popolari e in pochi anni potrebbero conquistare l’intero mercato della moda. Ma dove vado come etichetta per prenotare un influencer digitale? Nel frattempo ci sono diverse agenzie specializzate in avatar virtuali e modelli o influencer.

Cocaine Models è la prima agenzia di modelli in Europa con influenze virtuali. Gli influenzatori digitali dell’anca come Ella e Zoe possono essere prenotati lì. Ella è il primo modello digitale dell’agenzia ed è ai blocchi di partenza di una carriera ambiziosa. Due bellezze l’hanno seguita: Zoe e Linda. Mentre Zoe sta già organizzando la sua prima sfilata di moda alla settimana della moda russa, Ella sta diventando una Instagram Influencrin alla moda.