Fotografia in bianco e nero: l’impostazione giusta per gli effetti speciali

Di notte tutti i gatti sono grigi, dice un detto popolare. Si riferisce otticamente alla percezione offuscata dell’occhio umano nel tempo che intercorre tra il tramonto e la completa oscurità. Nella fotografia, gli artisti fotografici della fotografia in bianco e nero cercano proprio queste condizioni di luce e dimostrano in immagini impressionanti che gli oggetti possono essere rappresentati anche con questi due colori di base come scatti espressivi.

Looking for a luxury property? New York, Los Angeles, Miami - Take a look at Lukinski: Luxury Realtor

+ AD + Do you know?

Bianco-nero come essenza della rappresentazione di oggetti

I colori creano varietà, questo vale anche per gli effetti in fotografia. Tuttavia, per alcuni artisti fotografici, l’effetto più desiderabile è quello di fare a meno dei colori. Solo il bianco e nero Vß “disegna” il carattere della modella nello scatto, permettendo a una silhouette di emergere con spigoli vivi o contorni morbidi quasi a fondersi con uno sfondo ombroso. Il trucco è quello di rimuovere tutti i colori tranne il bianco e nero dal colpo. Invece, un tono monocromatico nei vari contrasti cambia la messa a fuoco di un oggetto fotografico.

Linee, strutture e forme, contrasti e sottolineature rimangono l’essenza di una situazione. Questi vengono alla ribalta e hanno un effetto emotivo cambiato sullo spettatore a causa della mancanza di altri colori. Dal punto di vista filosofico, una fotografia in bianco e nero di successo significa un ritorno all’essenziale. Questo obiettivo porta il fotografo anche da un altro punto di vista. Di fronte alla sua macchina fotografica, deve sopprimere mentalmente tutto ciò che potrebbe distrarre dall’essenza della sua immagine. Una luce troppo nitida da un lato può influenzare l’ombra desiderata davanti o sull’oggetto. Un’enfasi troppo debole sulla luce sbiadisce o offusca la silhouette o la forma complessiva.

I fotografi in bianco e nero non coprono gli errori di colore

Naturalmente, nonostante tutto il loro entusiasmo per l’arte fotografica in bianco e nero, gli scettici sono anche a portata di mano. Si presume che un’immagine in bianco e nero copra al massimo gli errori di colore e corregga gli errori di ripresa. Beh, i fotografi usano questo trucco a colori, ma di gran lunga non tutti e certamente non fondamentalmente. Piuttosto, gli artisti fotografici con un focus sulla luce e l’ombra hanno imparato a sfumare i colori molto prima che un oggetto diventi una fotografia quando si guarda il mondo. Vedono in modo diverso, pensano in modo diverso e giudicano la luce, l’ombra, il colore e la prospettiva indipendentemente dalla loro prima visione diretta. Questi fotografi possono giustamente essere definiti pensatori laterali o artisti astratti. Solo la loro astrazione riconduce dalla contemplazione ben ponderata all’essenza.

Piccoli dettagli devono essere pensati in un’immagine in bianco e nero in anticipo o sbiadita. Nei modelli umani per la fotografia in bianco e nero, parti del viso o del corpo devono essere posizionate nel miglior contrasto possibile con altre aree dell’immagine. Solo in questo modo è possibile combinare artisticamente tutta l’espressività di luce, ombra, movimento e forma con due soli colori.

Perché le immagini in bianco e nero hanno un così forte potere interpretativo

Se guardi una foto in bianco e nero, ti senti nostalgicamente toccato o emotivamente chiamato ad un tentativo di interpretazione. I nostalgici sono quelli che ancora vivono l’espressività di vecchie fotografie, di tempi così lontani, quando la fotografia a colori non era nemmeno immaginabile. Gli interpreti, invece, comprendono un messaggio che emana dall’oggetto, dall’ambiente circostante e dal design contrastante. Gli stessi fotografi in bianco e nero sorriderebbero a entrambe le visioni: dal loro punto di vista, il presunto messaggio profondo non è altro che un momento catturato con successo, una simbiosi artistica pittorica di luce, ombra e oggetto.

Tuttavia, è abbastanza concepibile che un artista fotografico si ispiri a un messaggio inconscio per scattare la sua foto, che trasporta con l’immagine allo spettatore. L’accento, tuttavia, è posto sull’inconscio, perché la scelta consapevole dei motivi in bianco e nero è di natura più tecnica. Proprio come i pittori raccontano una storia con le loro immagini, una fotografia in bianco e nero descrive la bellezza della vita, un piccolo o completo dettaglio di essa. Ispirando gli spettatori a pensare, sentire e, nel migliore dei casi, meravigliarsi, questa tecnica fotografica ha raggiunto il suo scopo. Cattura l’essenza di un oggetto come composizione di luci e ombre.

Modifica Fotografica: Post-elaborazione Fotografia in bianco e nero?

I veggenti possono catturare solo ciò che il momento rende possibile per la visione in bianco e nero diretto. Un post-elaborazione dei contrasti trasforma questo momento catturato in una “traduzione” ottica, mostrando così all’esterno ciò che il fotografo voleva effettivamente catturare. La visione personale di un oggetto può e deve essere rielaborata artisticamente in modo tale che sia possibile la stessa ispirazione che distingue una semplice foto da un’immagine in bianco e nero di grande impatto emotivo.

Non va sottovalutato che, anche nell’ambiente digitale più perfetto, una macchina fotografica cattura senza emozione solo ciò che è posizionato direttamente davanti al suo obiettivo. La realtà pura, tuttavia, di solito non corrisponde all’effettivo potere di rappresentazione delle fotografie in bianco e nero. Solo la volontà artistica del fotografo mette in scena successivamente luci e ombre in modo che una forma emerga dai pixel e dai contrasti. A proposito, il post-elaborazione delle fotografie in bianco e nero non è altro che l’interpretazione dell’artista, che nel migliore dei casi ispira nello spettatore.

La fotografia in bianco e nero è preferita da quegli artisti fotografici che, attraverso una visione astratta delle cose, rendono visibile la loro essenza allo spettatore. Non vengono nascosti né errori di registrazione, né vengono deliberatamente registrati messaggi profondi. Piuttosto, la rinuncia ai colori e al gioco di luci e ombre corrisponde ad una visione che il fotografo ha avuto nella scelta del suo oggetto. Una volta che lo scatto è stato catturato con successo attraverso una fotografia abile e un buon post-processing, lo spettatore si sente sfidato dalla visione ad un’interpretazione emotiva.

Altri articoli interessanti per la giusta posizione della telecamera

+

Looking for a luxury property? New York, Los Angeles, Miami - Take a look at Lukinski: Luxury Realtor

+ AD + Do you know?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *