Fotografia retroilluminata: Suggerimenti per un uso efficace delle sorgenti luminose

Alcune foto hanno un aspetto così naturale che gli spettatori inesperti scommetterebbero di modificarle con Photoshop. Tale post-trattamento non è affatto necessario. Invece, la retroilluminazione in prossimità di un oggetto fotografico può creare effetti sensazionali. È importante non includere arbitrariamente la retroilluminazione, ma metterla nella posizione giusta per l’oggetto.

+ AD + Do you know?

Perché la retroilluminazione non è un tabù, ma può essere un dispositivo stilistico

I principianti non devono fotografare in direzione del sole. L’obiettivo della fotocamera e l’occhio del fotografo potrebbero essere danneggiati. Anche gli oggetti troppo vicini in direzione del sole possono apparire poco chiari o meno nella prospettiva desiderata. Tuttavia, non c’è niente da smettere di usare la retroilluminazione per le riprese atmosferiche.

La luce e l’ombra, soprattutto nel loro forte contrappunto in parte contrastante e con la giusta impostazione della macchina fotografica, creano fotografie molto vivide, che sono molto popolari sia per scopi pubblicitari che per album fotografici privati. La retroilluminazione di un oggetto può trasformare i confini dell’oggetto in silhouette filigranate, enfatizzare le texture di foglie o insetti in tutta la loro delicatezza.

Nella fotografia di ritratto, la retroilluminazione può avere l’effetto di un riflesso di luce impostato deliberatamente. La modella stessa è sfocata, ma dettagli raffinati come il soffiare i capelli, l’orlo di una gonna in movimento o le onde della banca accanto alla modella appaiono scuri e in questa proporzione quasi troppo chiari. Poiché le impressioni quotidiane vengono sbiadite dalla retroilluminazione, altri dettagli dell’oggetto vengono alla ribalta in modo ancora più evidente e trasformano una fotografia quotidiana in un’immagine come un sogno.

Ora nessuno vuole questi strani cerchi di luce sulla foto. Ma queste riflessioni sono quelle che possono essere tecnicamente molto bene messe in scena. Inoltre, non tutti gli scatti in controluce devono essere necessariamente poco dettagliati e ad alto contrasto. Le seguenti possibilità tecniche semplici e semplici migliorano le riprese retroilluminate per avvicinarsi alla qualità artistica.

Questi suggerimenti aiutano ad usare o attenuare la retroilluminazione

  • Riflesso lente per oggetti zoom:

Questi cerchi di luce possono essere attenuati (se lo si desidera) schermando il lato chiaro della fotocamera a mano o ponendo un paraluce sull’obiettivo di una reflex prima di scattare una foto.

  • Correzione dell’esposizione per i centri di contrasto desiderati nell’immagine:

Ogni fotocamera digitale ha un’impostazione più/meno per l’esposizione nel menu. La correzione rende le parti dell’immagine più chiare, altre più scure. Per trovare l’ambiente ideale, è necessaria una certa pratica.

  • Fool la retroilluminazione:

I bei colpi sono possibili quando la retroilluminazione, in natura scatta il sole, scompare appena dietro la facciata di una casa, ma cade comunque abbastanza forte sull’argomento. Se una persona viene fotografata in questo modo, può essere posizionata proprio di fronte o accanto alla retroilluminazione, creando un effetto luce/scuro particolarmente emozionante.

  • Misurazione del punto per la correzione automatica:

Alcuni modelli di fotocamere consentono di illuminare automaticamente un’area dell’immagine in modo ottimale. Il mirino è diretto verso una macchia scura o, per un effetto forbice, verso un’area chiara. La misurazione spot rileva esattamente dove è necessaria la correzione della luce.

  • Focus manuale per riflessi intenzionali:

Forse un primo piano esatto in controluce non è l’obiettivo di una foto. Per le istantanee che sembrano essere casuali e sono decisamente fuori fuoco sul bordo dell’immagine, è possibile regolare manualmente l’esposizione come si vuole che sia. Specialmente senza bilanciamento del bianco, è possibile catturare scatti dall’aspetto molto naturale.

Risultato: Fotografare con la retroilluminazione richiede un po’ di pratica con la fotocamera

Ai principianti della fotografia si consiglia di non fotografare in direzione della retroilluminazione. Tuttavia, l’attrazione di questa direzione di ripresa sta proprio nei particolari contrasti creati dal sole o da un’altra fonte di luce sull’oggetto e sull’ambiente circostante. L’attento allineamento e alcuni trucchi tecnici fanno sì che le istantanee retroilluminate sembrino prese direttamente dalla vita.

+

+ AD + Do you know?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *