Impostazione delle dimensioni: Totale, primo piano, primo piano, primo piano – qual è la dimensione giusta?

Il fotografo utilizza le dimensioni dell’impostazione per determinare quanto piccolo o grande è stato catturato un oggetto. Per un primo piano, la fotocamera viene portata il più vicino possibile all’oggetto, per gli scatti più piccoli rimane più lontana. In linea di massima, le otto proporzioni più frequentemente utilizzate sono indicate sull’etichetta. Tuttavia, non esiste una definizione veramente uniforme.

Le otto dimensioni delle ambientazioni in fotografia e filmografia

Le otto designazioni approssimative delle dimensioni sono le stesse sia per le immagini fisse che per quelle in movimento:.

Panorama (Supertotali)

A questa dimensione di impostazione più ampia, un oggetto è rappresentato in relazione all’ambiente circostante, con l’obiettivo ottico di rappresentare la posizione di un oggetto o di una persona. Gli oggetti possono essere una persona sul marciapiede, un animale nel parco giochi o una casa sul ciglio della strada. L’inquadratura panoramica viene scelta accanto alla messa a fuoco del luogo in modo da creare una sensazione emotiva di vastità, solitudine o infinito nello spettatore. In un tale ambiente, il soggetto reale dello scatto sembra quasi che sia entrato accidentalmente nell’immagine, in ogni caso molto piccolo.

Totale

Anche con questa dimensione di impostazione, il soggetto reale rimane piccolo in relazione all’ambiente circostante. L’obiettivo della fotografia totale è quello di far apparire un evento più vivido. Le persone sono più grandi di quelle che si possono vedere nel panorama, ma anche qui sono inserite in un ambiente fotografico molto più completo. In un film, il movimento di diverse inquadrature in questa dimensione aiuta lo spettatore a relazionarsi con un oggetto (o persona) piuttosto inavvicinabile. Con le fotografie, un buon scatto nella ripresa lunga crea anche un modo suggestivo di guardare le cose.

mezzo totale

Il focus di un’inquadratura nei cosiddetti semitotali è chiaramente sull’oggetto, ma in una relazione chiaramente riconoscibile con l’ambiente circostante l’inquadratura. Le persone possono essere viste qui dalla testa ai piedi, e anche all’espressione facciale viene data un’importanza importante per la dimensione di regolazione dei semitotali. Lo scopo delle semitotali è la rappresentazione del linguaggio del corpo e anche sulle fotografie una sensazione commovente della persona raffigurata.

Semi-vicino

Con questa dimensione di impostazione, una persona viene registrata solo fino all’anca. Nel resto dell’immagine l’ambiente è enfatizzato. Poiché la macchina fotografica lavora nella “metà vicina” da una breve distanza, l’espressione facciale di un volto può essere vista molto bene. Il linguaggio del corpo può influenzare l’umore dell’immagine in una certa misura, ma è piuttosto secondario.

Americano Impostazione

Nel film, le persone vengono fotografate fino alle ginocchia. In fotografia, l’impostazione americana viene usata meno frequentemente perché la semi-chiusura è simile e migliore per le immagini fisse. Ma anche qui la persona è integrata nell’ambiente fotografico chiaramente fotografato.

Italiano Impostazione

Nessun buon italo-occidentale sarebbe concepibile senza la corrispondente lunga e intensa rappresentazione, soprattutto degli occhi. Anche per la fotografia, l’espressione visiva può essere un dispositivo stilistico artistico, proprio perché gli occhi possono “parlare” e nasce così inconsapevolmente un’interazione diretta tra la fotografia e lo spettatore.

lontano

Questa dimensione dell’impostazione ha carattere verticale. La fotocamera è così vicina alla persona che vengono fotografate dalla testa al torace con la messa a fuoco sul linguaggio del corpo del viso. L’ambiente è spesso nel bokeh, quindi sfocato e come per caso da vedere.

grande colpo

L’attenzione di tali ritratti è focalizzata sui tratti del viso in modo tale che in alcuni casi viene fotografato solo il volto e la parte superiore della testa sembra tagliata. Ma anche foto complete di berretto e acconciatura fino a sotto il mento per il conteggio delle dimensioni dell’impostazione close-up. Nella pellicola, ma anche nella fotografia, le singole immagini dei piedi o delle mani sono assegnate al primo piano.

Dettagliata

Una sola bocca, un solo occhio o un pezzo di braccio sono l’obiettivo di una fotografia dettagliata. La fotocamera deve zoomare così vicino alla persona che né l’ambiente circostante né altre parti del corpo possono essere viste nell’immagine. Questa rappresentazione visiva è innaturale, ma per i dettagli riconoscibili è emotivamente accattivante. Perché il dettaglio extra enfatizzato può essere estremamente espressivo.

Risultato: La dimensione dell’impostazione influenza l’umore di ogni immagine

Con l’aiuto del corretto formato di impostazione, le fotografie appaiono più vivide. Lo stato d’animo che l’immagine crea scegliendo la giusta distanza tra la fotocamera e l’oggetto. Soprattutto le dimensioni delle impostazioni con primi piani di persone possono essere di grande intensità espressiva.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento