Nozioni di base della fotografia: la profondità di campo

Il termine profondità di campo descrive l’estensione dell’area nitida nella foto. Con una piccola profondità di campo, solo il primo piano è nitido, con una profondità di campo crescente, la foto diventa sempre più nitida fino a quando l’intero sfondo è finalmente nitido. Il mezzo con cui viene controllata la profondità di campo è l’apertura. Un piccolo numero f fornisce una piccola profondità di campo (solo in primo piano nitido), un grande numero f fornisce una grande profondità di campo (tutto ciò che arriva fino allo sfondo è nitidamente a fuoco).

+ AD + Do you know?

profondità di campo – che cos’è?

Il termine profondità di campo descrive l’estensione dell’area nitida nella foto. La parola profondità di campo dovrebbe quindi essere presa alla lettera. E’ una misura di quanto profondamente nella foto (o correttamente formulata: nello spazio dell’oggetto) tutti gli oggetti sono rappresentati in modo nitido. Una bassa profondità di campo significa che solo gli oggetti in primo piano sono veramente nitidi, mentre lo sfondo è sfocato. Al contrario, un’ampia profondità di campo significa che sia il primo piano che lo sfondo sono a fuoco. È quindi necessario garantire una bassa profondità di campo se, ad esempio, si vuole fare un ritratto.

Allora solo la persona è interessata, lo sfondo è poco interessante. Tuttavia, se si desidera fotografare un paesaggio, è ovviamente auspicabile fornire un’ampia profondità di campo in modo che il paesaggio sia il più possibile a fuoco. Nella fotografia macro, invece, uno sfondo fortemente sfocato è di nuovo più desiderabile in modo che lo sguardo dello spettatore sia completamente focalizzato sull’oggetto – per esempio, un’ape su un fiore.

Si tratta solo dell’ape e delle venature delle ali. Il ruscello, che forse scorre mezzo metro più in profondità sotto il fiore, non è interessante e può sorgere sullo sfondo sfocato. Se si posiziona abilmente l’oggetto, è possibile dirigere lo sguardo dello spettatore verso l’oggetto con una lunghezza focale e una profondità di campo opportunamente regolata. Per fare questo, è necessario posizionare la profondità di campo il più vicino possibile al motivo principale. Questo rende il primo piano e lo sfondo meno nitidi e l’oggetto è completamente nell’area nitida. Questa è chiamata sfocatura selettiva.

profondità del campo – come faccio?

Il mezzo con cui è possibile influenzare la profondità di campo è l’apertura. Una grande apertura fornisce una bassa profondità di campo, una piccola apertura fornisce una grande profondità di campo. Si prega di notare che nel gergo del fotografo un’ampia apertura significa una grande apertura e quindi un piccolo numero di aperture. f/2.8 fornisce quindi una piccola profondità di campo (sfondo sfocato), mentre f/16 fornisce una grande profondità di campo (sfondo nitido). Per l’esempio di un ritratto di cui sopra, è necessario impostare un piccolo numero di apertura in modo che la persona si distingua dallo sfondo. Si chiama esenzione.

Lo stesso vale per l’ape sul fiore. Si distingue dal flusso che scorre al di sotto se si imposta un piccolo numero di apertura (fotografia con una grande apertura, come direbbe un fotografo). Per il nostro paesaggio, d’altra parte, è necessario impostare un grande numero F in modo che il più possibile venga visualizzato in modo nitido. Una piccola apertura assicura naturalmente che poca luce cada sul sensore. Pertanto, non dimenticate di impostare una velocità dell’otturatore più lunga e di aumentare il valore ISO se necessario.

Tuttavia, valori ISO più alti hanno un effetto negativo sulla qualità dell’immagine, per cui è preferibile utilizzare un treppiede. Naturalmente, la maggior parte delle fotocamere hanno una funzione automatica (“Av” è il nome di questa impostazione in Canon, per esempio), dove ci si deve solo preoccupare del numero f e la fotocamera regola automaticamente la velocità dell’otturatore e il valore ISO – ma si dovrebbe comunque tenere d’occhio ciò che la fotocamera sta impostando, perché non sempre è corretto.

La profondità di campo è un importante elemento di design. Con una piccola profondità di campo da un lato, gli oggetti (specialmente le persone nella fotografia di ritratto) possono essere sollevati dallo sfondo (rilasciato). D’altra parte, con una grande profondità di campo, tutti gli oggetti, compreso lo sfondo, sono perfettamente a fuoco (importante per le riprese di paesaggio). La profondità di campo è controllata dall’apertura. Un piccolo numero f fornisce una piccola profondità di campo, un grande numero f fornisce una grande profondità di campo.

profondità di campo per la fotografia di paesaggio

aperture & profondità di campo – semplicemente spiegato

+

+ AD + Do you know?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *